Il Consiglio di Amministrazione di ERG S.p.A., riunitosi ieri, ha approvato il Resoconto Intermedio sulla Gestione al 31 marzo 2021.

  • MOL consolidato adjusted : 161 milioni di Euro, 156 milioni nel primo trimestre 2020.
  • Risultato netto di Gruppo adjusted: 65 milioni di Euro, 53 milioni nel primo trimestre 2020.
  • Guidance 2021 di Ebitda e Investimenti riviste al rialzo di 10 e 50 milioni di Euro rispettivamente

Risultati trimestrali – Margine operativo lordo in aumento grazie all'elevata disponibilità della risorsa idrica e all'incremento del valore unitario dell'incentivo. Effetti in parte compensati dalla scarsa ventosità all'estero e dal termine del primo decennio dei titoli di efficienza energetica dell'impianto CCGT.

Sostanzialmente in linea il solare. In significativo aumento il risultato netto grazie anche ai minori oneri finanziari per effetto delle operazioni di liability management perfezionate lo scorso anno.

Paolo Luigi Merli Amministratore Delegato di ERG ha commentato: "Il 2021 parte bene, con risultati superiori alle attese ed in crescita rispetto allo scorso anno grazie ad un'ottima performance dell'idroelettrico, in particolare se confrontata con un trimestre 2020 secco. Le forti precipitazioni del periodo hanno determinato livelli dei nostri bacini idrici tutt'ora superiori alla media storica. Bene anche i risultati dell'eolico in Italia, più debole l'eolico all'estero. Solare in linea. Il termoelettrico, lo sapevamo, risente della fine dei certificati bianchi. L'utile netto è in forte crescita grazie anche al minor costo del debito. Questa buona partenza ci permette di rivedere al rialzo il margine operativo lordo per l'anno ora atteso fra i 490 e i 510 milioni di euro. Siamo particolarmente soddisfatti per i recenti sviluppi in Svezia."

(RV - www.ftaonline.com)