Esautomotion, holding operativa del Gruppo Esautomotion attivo nel settore della componentistica meccatronica ad alta precisione per macchine industriali, comunica alcuni dati gestionali sui primi tre mesi del 2022, non sottoposti a revisione contabile.

*COMMENTO AI PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2022 *

*I *Ricavi del Gruppo, pari a Euro 8.191 mila, registrano una sostanziosa crescita rispetto al primo trimestre del 2021, pari a circa il 25,6%. Tale crescita, già iniziata nel secondo semestre del 2020, è proseguita in modo sostenuto nel 2021 e nel primo trimestre 2022, nonostante le difficoltà nel reperimento di componenti e materie prime, nonché nei trasporti, che stanno caratterizzando il settore.

Il margine di contribuzione è comunque positivo e la leva operativa ha, inoltre, contribuito al miglioramento della redditività. Geograficamente, spicca ancora la crescita di (i) Cina (+18%) e Turchia (+16%), che rappresentano i più importanti mercati di export per il Gruppo, e (ii) dell'Italia (+66%).

La *Posizione Finanziaria Netta Consolidata *rimane fortemente positiva per Euro 10.433 mila, con un lieve peggioramento di Euro 113 mila rispetto al 31/12/2021, a causa dell'assorbimento di Capitale Circolante incrementale del primo trimestre, pari a Euro 790 mila, dovuto alle difficoltà sopra indicate, che hanno provocato inefficienze, a nostro avviso, temporanee. Si segnala, inoltre, che nel portafoglio della Società vi sono n. 383.000 azioni proprie.

Franco Fontana, Presidente di Esautomotion: "Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti nonostante le difficoltà di approvvigionamento, di logistica e geopolitiche. Manteniamo un buon portafoglio ordini. Guardiamo al resto dell'anno valutando i possibili effetti del conflitto Russo-Ucraino che giudichiamo: - limitati, per quanto riguarda le aree coinvolte, poiché non significative come mercato, - non quantificabili per quanto riguarda i possibili effetti recessivi sul resto del mondo, per quanto la lunghezza dei cicli di produzione dei nostri clienti tenda a stemperare brusche ed emotive frenate.

Per quanto riguarda il tema Covid-19: a decorrere da metà marzo, le misure volte al contenimento del virus adottate in Cina hanno provocato un arresto delle attività della controllata Esautomotion Trading (Shanghai) Co. (che rappresenta circa il 12% del fatturato del Gruppo).

Ciò ha provocato la perdita di circa un mese di fatturato ed un accumulo di arretrato sulla produzione cinese. In considerazione della capacità e della "volontà di recupero" cinese non ci aspettiamo, su base annua, ripercussioni recessive".

(GD - www.ftaonline.com)