Il Consiglio di Amministrazione di Esautomotion, holding operativa del Gruppo Esautomotion (il "Gruppo") attivo nel settore della componentistica meccatronica ad alta precisione per macchine industriali, ha deciso di anticipare alcuni dati gestionali consolidati riguardanti l'anno 2021 non ancora sottoposti a revisione contabile. Tali dati vengono comunicati in anticipo rispetto all'approvazione del Bilancio Individuale e Consolidato di Esautomotion S.p.A. sottoposto a revisione contabile che verranno proposti all'approvazione dal Consiglio di Amministrazione il 30 marzo 2022.

COMMENTO AI PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2021

I Ricavi del Gruppo, pari a Euro 28.606 mila, confermano la sostanziosa crescita già iniziata nel terzo trimestre 2019 e ulteriormente rafforzata durate tutto il 2020. Tale crescita risulta dovuta ad alcuni componenti fondamentali:

  • forte ripresa della domanda globale di beni industriali

  • pronta risposta al problema Covid delle economie mondiali nel voler sostenere gli investimenti che ha rinforzato la crescita dei mercati industriali la quale, nel biennio precedente (2018/19) era comunque in fase recessiva (indipendentemente dal Covid del 2020).

  • L'attenuarsi degli effetti negativi dovuti al Covid sulle attività di produzione industriale che continua senza interruzioni, diversamente da quanto avveniva duranti i periodi di lockdown.

  • Le nuove strategie industriali delle aziende rivolte sempre più all'automazione ed all'IOT, 5G ha velocizzanto il ricambio dei macchinari verso tipologie più moderne ed evolute dove Esautomotion propone soluzioni di avanguardia: si pensi che mentre in Europa e Giappone le macchine CNC arrivano all'80-90% del parco macchine, nei paesi in via di sviluppo costituiscono solo il 20-45% del totale. Crescono quindi i mercati in via di sviluppo talvolta passando da macchine manuali a macchine CNC di ultima generazione, ma crescono anche i mercati sviluppati ove il parco macchine CNC in parte è costituito da modelli di 5-20 anni fa che rischiano di diventare obsoleti.

  • ripresa dei consumi dovuta all'aumento del PIL ed alcune politiche più attente all'ambiente sta spingendo al rinnovo del parco esistente (si pensi all'automotive) dando nuovo impulso agli investimenti. Esautomotion è portatrice di alcune soluzioni altamente rispettose dell'ambiente come le presse ibride e quelle totalmente elettriche che stanno avendo un ottimo riscontro dal mercato.

Nel mercato permane l'importante problema dello shortage e un generale aumento dei prezzi di alcuni componenti critici in particolare i semiconduttori. Esautomotion è riuscita a far fronte alla notevole crescita del 2021, con un buon livello di servizio verso i clienti e con un miglioramento della redditività. Si prevede il perdurare di questa condizione per tutto il 2022.

Nonostante l'aumento dei prezzi dei componenti, Esautomotion è riuscita a migliorare il margine grazie sia all'adeguamento dei prezzi ai clienti che alla capacità di far migrare la domanda dei clienti acquisiti verso prodotti più performanti e remunerativi.

La Posizione Finanziaria Netta Consolidata rimane positiva per Euro 10,5 milioni, al netto di uscite per complessivi Euro 636 mila relative ai dividendi dell'esercizio 2020 ed all'assorbimento di Capitale Circolante dovuto alla forte crescita del volume di affari. Si segnala inoltre che nel portafoglio della Società vi sono n. 383.000 azioni proprie per un valore di circa Euro 2.144 mila alla quotazione del 27/1/2022

Gianni Senzolo, CEO di Esautomotion: "Il 2021 è stato un anno di grande sofferenza e ma anche di grande soddisfazione. Poter soddisfare tutti i clienti nonostante i problemi delle forniture ha messo a dura prova l'organizzazione, ma oggi ci sentiamo più forti: come un atleta dopo un intenso allenamento.
La soddisfazione dei risultati 2021, è il premio delle scelte e delle strategia messe in atto nei passati anni, nei quali abbiamo compensato la tendenza recessiva del mercato con l'aumento di quote di mercato e di prodotti più performanti ed evoluti. Il portafoglio ordini rimane molto sostenuto e fa pensare alla continuazione del momento favorevole di mercato per il 2022".

(GD - www.ftaonline.com)