Estrima S.p.A., società produttrice di Birò, il più piccolo veicolo elettrico a quattro ruote, comunica che il numero di Birò ordinati complessivamente nel primo trimestre del 2022 è cresciuto del 71% rispetto allo stesso periodo del 2021, passando da 92 a 157 unità. Per ciò che riguarda il 2021, complessivamente sono stati ordinati 458 Birò. Entrando nel dettaglio, in Italia, Francia e Olanda, Paesi dove Estrima ha focalizzato maggiormente le risorse, la percentuale di crescita nel primo trimestre del 2022 ha superato il 100%, passando da 68 a 151 unità e nell'anno il numero complessivo è di 400 Birò ordinati, sui 458 complessivi. Sono invece calati gli ordini in quei mercati considerati non strategici, cioè presidiati da rivenditori che non sono in grado di garantire l'esperienza unica ed esclusiva che il Birò offre ai propri utilizzatori. Nel prossimo trimestre ci attendiamo di vedere i risultati del lavoro svolto in termini di nuovi ordini acquisiti, e di conseguente crescita del fatturato. Si segnala infine che in Italia è stata avviata la vendita di veicoli usati e di noleggi a lungo termine, che migliorerà i risultati in termini di fatturato e di veicoli circolanti nel territorio italiano. Il Presidente di Estrima SpA, Matteo Maestri ha così commentato: "Laddove abbiamo investito tempo e risorse, in questi mesi, gli ordini sono aumentati. Continueremo pertanto a implementare le azioni previste dal nostro piano e ad aumentare ordini, città, servizi e Birò che circolano per le strade al posto delle auto".

(RV - www.ftaonline.com)