Eurostoxx50, è ripartito il ribasso? L'Eurostoxx 50 ha ceduto vistosamente venerdì,saldo di seduta -2,24% a 3840, con i prezzi scesi, anche se solo marginalmente,sotto la linea di tendenza disegnata dal minimo di marzo, passante a 3855circa. Il quadro grafico recente è caratterizzato dalla mancata rottura con ilmassimo del 29 marzo a 4025 punti del 61,8% di ritracciamento del ribasso dalmassimo di novembre. Questa percentuale di ritracciamento ricavata dallasuccessione di Fibonacci discrimina tra uno scenario puramente correttivo,quindi una reazione temporanea alla tendenza precedente, da un vero e propriotentativo di inversione del trend, con i prezzi che potrebbero tentare diriportarsi sull'origine del movimento precedente. Fino a che area 4025 non saràalle spalle sarà quindi opportuno comportarsi come se la tendenza al ribassovista dal massimo di novembre non sia ancora terminata e anzi rischi di farsinuovamente sotto a partire dai livelli attuali. La violazione a 3753 della basedel gap del 16 marzo potrebbe anticipare cali verso i minimi di marzo a 3397punti. In caso di discese anche sotto quei livelli supporto a 3360, 50% diritracciamento del rialzo dai minimi di marzo 2020, poi rischio di cali fino inarea 3100. Sopra i 3950 punti l'indice potrebbe invece tentare un nuovo assaltoalla resistenza di area 4025, dove ora transita anche la media mobileesponenziale a 200 giorni. Al superamento di quei livelli il quadro grafico sifarebbe decisamente più disteso, primo target in area 4250.

(AM)