Nasce BOOM, il nuovo knowledge e innovation hub di CRIF che promuove iniziative e percorsi di formazione dedicati a studenti di ogni grado scolastico, professionisti, imprenditori, startupper, executive e corporate.
BOOM sarà un luogo fisico e digitale dove formazione, innovazione, imprenditoria si incontrano e si contaminano per generare nuove opportunità di crescita e favorire uno scambio continuo di know-how.
Nello specifico, il progetto di BOOM partirà nell'immediato con i primi laboratori e workshop online ma con l'inaugurazione, programmata negli ultimi mesi dell'anno, del nuovo spazio di Osteria Grande alle porte di Bologna si aprirà poi rapidamente a collaborazioni nazionali e internazionali unendo risorse e competenze di diversi settori per fare crescere Bologna e la Regione Emilia-Romagna e contribuire a renderla sempre più un polo di riferimento per l'innovazione a livello europeo.
Il nuovo centro della conoscenza, progettato all'insegna della sostenibilità, della flessibilità e della fruibilità degli spazi interni ed esterni, verrà realizzato da CRIF con un investimento complessivo pari a circa 11 milioni di Euro e sarà aperto a tutti. Un ecosistema dell'apprendimento e della sperimentazione che coinvolgerà, in un ambiente sia fisico che digitale, giovani talenti, centri di ricerca, università, enti di formazione, aziende, start-up, incubatori-acceleratori, organizzazioni non profit e famiglie per costruire tutti insieme, con uno sguardo rivolto al futuro, una rete sempre più forte di supporto reciproco per affrontare il mondo che cambia.
Significative anche le ricadute in termini di occupazione. A questo riguardo, da fine 2020 ad oggi CRIF ha attivato 12 percorsi per neolaureati, con il coinvolgimento di circa 180 talenti, il 90% dei quali è stato successivamente assunto dalle società del Gruppo. Altre 8 iniziative sono in partenza imminente, con focus sulle professioni della tecnologia (sviluppatori, sistemisti, esperti della cyber security), dei dati e della digitalizzazione (data analyst, data scientist e business consultant), tutti percorsi che in futuro saranno organizzati all'interno dell'iniziativa BOOM.
Fondazione Golinelli sarà il principale partner di CRIF per la progettazione, la gestione e l'erogazione di tutte le attività educative e formative per le scuole, di iniziative volte al sostegno e alla crescita di startup e di nuove realtà imprenditoriali, attraverso programmi di accelerazione e altri progetti a stimolo dell'innovazione.
«CRIF ha nel suo DNA l'innovazione continua, l'utilizzo delle tecnologie più evolute e una solida cultura di information management. Da oltre 30 anni investiamo costantemente per ampliare il nostro ecosistema sia attraverso numerose acquisizioni che abbiamo concluso in Italia e in altri paesi, sia grazie allo sviluppo di partnership e collaborazioni con start-up e con hub d'innovazione attivi anche a livello internazionale. Questo ci ha consentito di abilitare la sperimentazione, specie in ambito digitale, e favorire la cross fertilization tra domini culturali e tecnologici differenti. Alla luce di questo, il progetto BOOM non solo è assolutamente coerente con la nostra forte vocazione all'innovazione, ma si inserisce alla perfezione nella nostra strategia di investimenti che mira a favorire lo sviluppo di una nuova imprenditorialità ad alto contenuto tecnologico e di nuove competenze in grado di sperimentare nuove strade per creare idee realmente innovative e tradurle in progetti concreti» dichiara Carlo Gherardi, Amministratore delegato di CRIF.
«La partnership con CRIF per la progettazione e la gestione di parte delle attività BOOM, inerenti all'ambito dell'educazione, formazione dei giovani e allo stimolo di nuove imprenditorialità, consente alla Fondazione di potenziare le attività sul territorio metropolitano. Questa alleanza contribuisce a rinforzare in maniera significativa il ponte che abbiamo costruito tra educazione e formazione, da un lato, e sviluppo economico, dall'altro: e avere un partner industriale a fianco come CRIF corrobora e rende ancor più credibile questa visione. Questa iniziativa ci qualifica come catalizzatori di altre forze territoriali che si stanno aggregando attorno alla nostra piattaforma: ed è forse questa la cosa più importante, che ci restituisce un riconoscimento dell'intuizione comune e del lavoro fatto insieme» afferma Andrea Zanotti, Presidente di Fondazione Golinelli.
«Il nuovo insediamento che ospiterà le attività di BOOM – ricorda il Sindaco di Castel San Pietro Terme, Fausto Tinti – si inserisce in un progetto molto più ampio avviato da CRIF sulle aree di Castel San Pietro, Osteria Grande e Varignana. Negli ultimi anni questo programma di investimenti ha già contribuito a creare concrete opportunità di sviluppo per il nostro tessuto economico e per il suo indotto; opportunità che saranno ora ulteriormente rafforzate dalla nascita di BOOM, che potrà fungere da ulteriore volano per attivare nuove occasioni di crescita anche in termini di partecipazione a iniziative, eventi e percorsi formativi o di orientamento scolastico e professionale. L'Amministrazione comunale auspica che questo nuovo hub, frutto della virtuosa collaborazione con CRIF, Fondazione Golinelli e tutti gli altri partner coinvolti, possa diventare un punto di riferimento non solo per le nuove generazioni ma anche per tutti coloro che hanno una visione di futuro e credono che la creazione di nuove competenze e di una imprenditorialità ad elevata vocazione tecnologica non possa che passare da un forte e proficuo radicamento sul territorio e dall'impegno comune per promuovere uno sviluppo fondato su conoscenza e innovazione».
Perché nasce BOOM?Per creare un luogo di confronto sui temi innovativi e tradurre l'innovazione in piani e progetti concreti;per sviluppare percorsi di formazione a supporto di nuove opportunità di business legate all'innovazione;per avviare iniziative di education che riducano la carenza di competenze e di nuove professioni richieste dalle aziende.Oltre alla partnership con Fondazione Golinelli, il progetto metterà in rete realtà locali attive in diversi settori e operatori della formazione e della consulenza, attori che lavoreranno insieme per valorizzare le proprie peculiarità e i casi di successo contribuendo alla crescita delle competenze dei propri team e dei giovani che si inseriscono nel mondo del lavoro nonché allo sviluppo di nuove opportunità per il territorio.
L'alleanza tra CRIF e Fondazione Golinelli per dare impulso al territorio come ecosistema per l'innovazione - già avviata con la call nazionale I-Tech Innovation program 2021, di cui nelle prossime settimane sarà lanciata la seconda edizione - rappresenta un volano prezioso per attrarre start-up ad alto potenziale innovativo, operatori finanziari e venture capital. A tal scopo, CRIF e Fondazione Golinelli hanno già progettato e avviato la Community di startup, StartHub.
Il programma I-Tech Innovation 2022, come per la prima edizione, sarà gestito operativamente da G-Factor S.r.L. acceleratore di Fondazione Golinelli, supportati ancora una volta dall'expertise e dalla guida degli esperti CRIF in ambito tecnologico e innovativo. Il programma si collegherà in maniera sinergica sia con la Community StartHub sia con le altre iniziative che saranno avviate prossimamente con BOOM nel campo delle start-up.
Inoltre, coerentemente con questa vocazione all'innovazione, BOOM ospiterà anche le iniziative di InnovEcos, l'open innovation hub di CRIF che ha come propria mission supportare lo sviluppo a livello globale di nuovi modelli di business e identificare i trend tecnologici che nel futuro potranno contribuire all'innovazione di prodotti, servizi e processi attraverso la ricerca, la sperimentazione e la collaborazione strategica con startup e terze parti.
«BOOM nasce come evoluzione naturale dell'attività di progettazione, formazione e sviluppo di nuove competenze svolta da CRIF in tutti questi anni. Per supportare l'evoluzione di competenze e ruoli e sostenere lo sviluppo di personale preparato sulle nuove tecnologie, metodologie e i nuovi paradigmi di business, da sempre lavoriamo a fianco di centri di ricerca, università, società di consulenza e di formazione, con master e percorsi di formazione specialistici per i giovani talenti. Forti di questa esperienza, con BOOM offriremo al nostro territorio e al network di aziende con cui collaboriamo a livello nazionale e internazionale un supporto concreto nello sviluppo di competenze innovative e nell'identificazione di profili qualificati da inserire nei propri organici. Per altro, il tema della gestione attiva delle competenze innovative non può non accompagnarsi allo sviluppo di percorsi, laboratori e attività rivolte alle scuole, ambito nel quale sarà oltremodo fondamentale la consolidata esperienza di Fondazione Golinelli. Nel complesso, il filo conduttore che collegherà in modo complementare tutte le attività di BOOM è rappresentato dall'innovazione, fatta sul campo anche attraverso percorsi e iniziative che vedranno coinvolte aziende consolidate, PMI e startup, fornendo idee e strumenti concreti per comprendere i nuovi trend e contribuire allo sviluppo dell'imprenditoria locale e nazionale» spiega Loretta Chiusoli, Group Chief HR and Organization Officer di CRIF.
«L'ampliamento di prospettiva dato alla Fondazione dalla partnership con CRIF, da un lato è verticale (nuovi ambiti di intervento) e dall'altro è orizzontale nella direzione delle filiere produttive: oltre ad agire su più settori, infatti, si sta estendendo l'ambito tradizionale della formazione nel mondo della scuola al contesto dell'alta formazione professionale. Opificio Golinelli e BOOM saranno, nella nostra visione, due pilastri complementari di una piattaforma per l'innovazione integrata, e sempre di più catalizzatrice e aggregante di altre realtà che vogliono contribuire fattivamente allo sviluppo socio-economico del territorio e del Paese ? commenta Antonio Danieli, Vice Presidente e Direttore Generale di Fondazione Golinelli e Amministratore unico di G-Factor. A Opificio, la Fondazione continuerà a incentrare le attività elettive inerenti il mondo delle scienze, con particolare predilezione per le scienze della vita, mentre in BOOM la Fondazione si cimenterà maggiormente, grazie anche alle grandi competenze messe a disposizione e alla generosità di CRIF, in svariati ambiti di frontiera dell'innovazione tecnologica digitale e nel campo ampio del settore finanziario».
«Dall'incubatore Boom è nato anche Expand. Tutto un altro pianeta! il progetto di Banca di Bologna, in collaborazione con CRIF e Fondazione Golinelli - dice Alberto Ferrari Direttore Generale di Banca di Bologna - dedicato ai giovani, alle imprese e al welfare aziendale, con l'obiettivo di fornire nuove opportunità di formazione e crescita. A marzo abbiamo lanciato il percorso dedicato ai giovani, figli e nipoti dei Soci Banca di Bologna promuovendo attività formative, workshop e laboratori gratuiti per i giovani dagli 8 ai 23 anni tramite proposte di attività online, divise per fasce di età, finalizzate ad acquisire e potenziare conoscenze extracurricolari legate alla creatività, al problem solving, all'utilizzo creativo della tecnologia, a temi finanziari, attraverso percorsi pratici ed esplorativi. Collaborare con eccellenze del territorio per formare i nostri giovani, le aziende e i dipendenti rappresenta un investimento per il futuro».
L'articolazione della proposta di BOOMLe proposte di BOOM si articolano in quattro diverse aree:
BOOM EDUCATION, sviluppato da CRIF in collaborazione con Fondazione Golinelli, propone laboratori, corsi, eventi, campi estivi, hackathon e giornate formative per scuole, insegnanti e famiglie.
L'obiettivo è avvicinare studentesse e studenti, in maniera attiva ed esperienziale, a tematiche attuali e innovative, come finanza sostenibile, ambiente e sostenibilità, robotica sociale, intelligenza artificiale, sostenibilità, web&digital, supportandoli nello sviluppo di attitudini al problem solving, team working e design thinking. Gli insegnanti potranno sperimentare l'impiego di strumenti largamente utilizzati nei processi di open innovation, così da poter tradurre e adattare l'esperienza alle pratiche didattiche.
Le experience education si estenderanno anche a chiunque desideri sviluppare nuove competenze in ambito 3D modeling, intelligenza artificiale, digital storytelling, mentre agli universitari sarà dedicato il primo hackathon in programma per l'acquisizione di competenze trasversali e verticali ormai indispensabili nel mondo del lavoro.
Le attività di Boom Education prenderanno il via con tre proposte online: la prima, EntreTeaching, a partire il 1° aprile sarà dedicata a insegnanti, educatori e trainers, sulle metodologie dell'educazione all'imprenditorialità; in estate, per studenti delle scuole secondarie di II grado, Intelligenza artificiale Summer Camp, al fine di esplorare il vasto mondo dell'NLP (Natural Language Processing), il campo dell'Artificial Intelligence (A.I.) applicata alla comprensione del linguaggio scritto e parlato. Ancora, per studenti del terzo e quarto anno di scuola secondaria è in programma il Campus di imprenditorialità, un'esperienza immersiva di action learning per lo sviluppo di abilità lavorative trasversali.
BOOM LEARNING è un'area dedicata a professionisti, aziende e giovani in cerca di lavoro, ideata per approfondire attraverso percorsi ibridi (fatti di incontri in modalità e-learning e incontri fisici) competenze innovative legate agli ultimi trend, come ad esempio data science, open innovation e open business, digital transformation, digital payments, digital marketing, internet of things, sostenibilità ed ESG, temi legati all'innovazione tecnologica e alla cybersecurity.
I workshop permetteranno poi di mettere in pratica, supportati da esperti del settore, quanto appreso. Anche i giovani neo-laureati in cerca di occupazione potranno trovare un'opportunità di crescita con BOOM4HIRING, che offre percorsi di specializzazione (quali a titolo esempio: data scientist, data analyst, risk manager, business consultant, business analyst, SW developer Java e .net, cyber security specialist, digital marketing specialist, ESG Specialist…) per acquisire competenze associate alle figure professionali più ricercate oggi dalle aziende, con lo scopo di ridurre il gap (in crescita) di competenze richieste dalle aziende e profili di giovani disponibili.
BOOM INNOVATION, nato dalla sinergia tra CRIF e Fondazione Golinelli, unisce due percorsi, uno per grandi aziende e investitori e uno per start-up e giovani imprenditori e imprenditrici, per creare un ecosistema di condivisione di know-how ed expertise.
Lo scopo è sostenere e sviluppare lo spazio fragile e strategico che da sempre collega il mondo della ricerca e quello dell'impresa e favorire, nell'immediato, la creazione di una nuova imprenditorialità ad alto contenuto innovativo e tecnologico, investendo sui settori di eccellenza italiani.
In questo contesto, Fondazione Golinelli e CRIF anticipano I-Tech Innovation program 2022, la seconda edizione di una call dedicata a start-up dei settori Life Science&Digital Health, Fintech&Insurtech e Agritech&FoodTech, a cui si aggiungono quest'anno le due verticali sperimentali Social Impact e Industry 4.0, Big Data processing-HCP & Applied Artificial Intelligence (la prima edizione ha visto un investimento complessivo di circa 1 milione di euro).
Fondazione Golinelli e CRIF hanno poi creato StartHub, una community per affiancare startup e giovani realtà imprenditoriali in ogni fase del percorso di crescita e di evoluzione del modello di business, mettendo a disposizione un consolidato capitale di esperienze e competenze e un network di respiro internazionale con rappresentanti del mondo dell'impresa, della finanza e della ricerca.
I servizi offerti da BOOM Innovation saranno sviluppati dal team di innovazione di CRIF (InnovEcos) e faranno riferimento alle seguenti iniziative: Call4Idea (per la raccolta sistematica e la scelta di idee innovative all'interno delle aziende); incontri di matching tra start-up e aziende (per favorirne la conoscenza e lo scambio reciproco); sviluppo di POC tra aziende e startup (per elaborare dei primi prototipi insieme).
Tutte queste iniziative saranno rivolte ad aziende e a start-up per favorirne la conoscenza e lo sviluppo di progettualità comuni.
SPACES FOR LEARNING & INNOVATION PROJECTS: grazie alla sua architettura innovativa, BOOM proporrà al pubblico esperienze di realtà aumentata e virtuale, trasportandoli in un tunnel immersivo alla scoperta di tematiche attuali come la finanza sostenibile, l'imprenditorialità, la sostenibilità e la digitalizzazione.
I visitatori dell'insediamento di Osteria Grande potranno così apprendere attivamente attraverso il linguaggio che meglio conoscono, quello del gioco.
Inoltre saranno disponibili spazi di co-working e sale per conferenze stampa ed eventi.

(RV - www.ftaonline.com)