Ferrari, +1,0% a 201,40 euro, riduce i guadagni dopo aver toccato a metà mattinata il nuovo massimo storico a 208,30. Secondo voci di mercato il balzo è da attribuire alle attese ottimistiche per i dati del terzo trimestre in uscita martedì prossimo. Da segnalare anche che i rumor di ieri sulla possibile vendita di PartnerRe a Covèa da parte della controllante Exor per 9 miliardi di euro circa, probabilmente stanno destando l'attenzione degli operatori, soprattutto riguardo all'impiego dell'eventuale incasso. Possibile un incremento della quota della holding della famiglia Agnelli in Ferrari (attualmente al 24,05%) o altre iniziative a sostegno della casa di Maranello.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)