FERROVIENORD e Alstom hanno sottoscritto - nell'ambito di un Accordo Quadro stipulato a novembre 2019 - il secondo contratto applicativo per la fornitura di ulteriori 20 treni "Donizetti" a media capacità per il servizio ferroviario regionale, per un importo di 125 milioni di euro. Questi convogli si aggiungono ai 31 già previsti dal primo contratto applicativo, firmato contestualmente all'Accordo Quadro. PROGRAMMA REGIONE LOMBARDIA - La firma di questo secondo contratto applicativo fa seguito a quanto stabilito da Regione Lombardia che, con una delibera del 17 marzo 2021, ha ampliato il proprio programma di acquisto di nuovi treni, aggiungendo 46 convogli - 26 "Caravaggio" ad alta capacità e 20 "Donizetti" a media capacità - ai 176 già previsti e portando quindi a 222 il totale, per uno stanziamento complessivo di 1,958 miliardi (1,607 miliardi del programma approvato nel 2017 e aggiornato nel 2019, più 351 milioni aggiunti con la delibera del 17 marzo 2021). SECONDO CONTRATTO APPLICATIVO – La consegna dei primi treni acquistati con questo secondo contratto applicativo è prevista da giugno 2023. I convogli sono destinati alla direttrice Milano – Sondrio – Tirano. "I finanziamenti di Regione Lombardia stanno consentendo il progressivo rinnovamento del materiale rotabile – commenta il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana -: treni nuovi e all'avanguardia sono già in circolazione su diverse linee lombarde e da qui ai prossimi anni il piano di investimenti dispiegherà appieno i propri effetti". "La delibera regionale di poche settimane fa - aggiunge l'assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi - ha integrato il già corposo programma di acquisti in atto, sempre con l'obiettivo di efficientare il trasporto ferroviario. Treni nuovi e confortevoli significa migliorare l'esperienza di viaggio degli utenti e diminuire i disagi legati alla vetustà del parco mezzi". "Il radicale rinnovamento della flotta di Trenord che stiamo realizzando in questi anni grazie ai finanziamenti e alle indicazioni di Regione Lombardia – spiega il presidente di FNM Andrea Gibelli – sta portando e porterà sempre più benefici in termini di qualità del servizio e comfort, ma anche dal punto di vista della sostenibilità, grazie alla riduzione dei consumi che i nuovi treni garantiscono e all'utilizzo di materiali riciclabili". "Siamo felici – sottolinea il presidente di FERROVIENORD Paolo Nozza – di poter dare il nostro contributo a questa grande operazione promossa dalla Regione per garantire alla Lombardia un servizio ferroviario sempre più efficiente e di qualità". "Siamo molto lieti di sostenere FNM e FERROVIENORD nel fornire un trasporto locale moderno e sostenibile. Negli ultimi 10 anni, Alstom ha consegnato 54 treni regionali in Lombardia. La nuova generazione di Coradia Stream rappresenta l'ultima versione elettrica progettata e prodotta da Alstom per il trasporto regionale" dichiara Michele Viale, Amministratore Delegato di Alstom Italia e Presidente e Amministratore Delegato Alstom Ferroviaria.

I "DONIZETTI" – SCHEDA
PRINCIPALI CARATTERISTICHE
– Si tratta di convogli mono piano, bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3 kV. Sono lunghi 84,2 metri, hanno 518 posti, di cui 263 a sedere. La velocità massima è di 160 km/h.
TECNOLOGIE, SICUREZZA E ACCESSIBILITÀ
– Sul fronte tecnologie e sicurezza, da segnalare, tra le altre dotazioni, la presenza di: illuminazione LED, Wi-Fi, prese 220V e USB, sistema informazione a passeggeri, telecamere interne, laterali e frontali, misuratore energia, conta-persone, telediagnostica da remoto. I convogli saranno inoltre dotati del sistema di bordo SCMT/ERTMS, che garantisce i migliori standard di sicurezza europei. L'accessibilità è resa agevole dalla presenza di pedane automatiche per l'incarrozzamento.
BENEFICI AMBIENTALI E COMFORT
- Rispetto alla flotta attuale, è stata stimata una riduzione del 30% dei consumi di energia. Molto elevato inoltre il ricorso a materiali riciclabili (indice di riutilizzo pari al 96%). Da sottolineare anche la riduzione di rumori e vibrazioni, il potenziamento del sistema di climatizzazione e l'ampiezza delle aree di seduta e dei corridoi, adatti alle persone a mobilità ridotta.

(RV - www.ftaonline.com)