Fiat: Obama, da alleanza con Chrysler salvati migliaia posti

Piano duro ma giusto per GM, non interessati a guidare gruppo

(ANSA) - NEW YORK, 1 GIU - ''L'alleanza fra Fiat e Chrysler salvera' decine di migliaia di posti di lavoro'', dice il presidente americano Barack Obama. ''La nuova Chrysler che si alleera' con Fiat sara' piu' forte'',aggiunge definendo 'un piano duro ma anche giusto quello delineato per General Motors in cui tutti gli attori della vicenda hanno fatto importanti sacrifici. Gm e' una societa' americana e la responsabilita' del suo futuro e' nostra-dice-ma il governo Usa non ha alcun interesse a guidare GM''. Illustrando la nuova iniziativa del governo per GM il presidente Obama si augura che l'azione che annunciamo oggi sia la fine della vecchia Gm e l'inizio per una nuova Gm''. La strada non sara' facile ma si tratta di ''sacrificio che tutti facciamo per le prossime generazioni'', aggiunge, ringraziando i governi tedesco e canadese per il supporto alla ristrutturazione di GM. ''Abbiamo davanti giorni difficili, ulteriori posti di lavoro saranno persi'', afferma Obama. ''Oggi, dopo numerose e dolorose decisioni e dopo un processo di bancarotta rapido, efficiente e giusto, una nuova piu' forte Chrysler completera' l'alleanza con Fiat. Dopo solo 31 giorni il tribunale ha approvato l'alleanza Chrysle-Fiat, spianando la strada all'uscita della nuova Chrysler dalla bancarotta nei prossimi giorni''. ricorda.''Quello che accadra' dopo e' nelle mani dei manager e dei lavoratori. Ma quello che questa alleanza significa e' che decine di migliaia di posti di lavoro sono stati salvati'' conclude Obama, osservando come coloro secondo cui la bancarotta sarebbe stata piu' lunga e che le vendite della societa' ne avrebbero risentito ''si sbagliavano''.(ANSA).