Fidia S.p.A., società a capo del gruppo Fidia, leader nella tecnologia del controllo numerico e dei sistemi integrati per il calcolo, la scansione e la fresatura di forme complesse, quotata sul Mercato Telematico Azionario ("MTA") organizzato e gestito da Borsa Italiana, rende noto che il Cda ha approvato la richiesta indirizzata al Tribunale di Ivrea di prorogare di novanta giorni (e, dunque, entro il 31 agosto 2021, ovvero entro il 30 settembre 2021 ove fosse altresì concessa la sospensione feriale) il termine entro il quale la Società dovrà finalizzare la propria proposta di ristrutturazione (ai sensi e per gli effetti dell'art. 9, comma 4, del decreto-legge n. 23 del 2020 - Decreto Liquidità - come convertito a seguito della legge n. 40 del 2020), per la presentazione della proposta definitiva di concordato preventivo del piano e della documentazione di cui ai commi secondo e terzo dell'art. 161 L.F., ovvero di una domanda di omologa di accordi di ristrutturazione dei debiti, anche al fine di completare gli approfondimenti in corso e valutare tutti i nuovi scenari che si stanno delineando alla luce dei colloqui con taluni potenziali investitori. Ciò premesso e considerato, si rammenta che il Consiglio di Amministrazione, riunitosi in data 31 marzo 2021, ha deliberato di rinviare la data di approvazione del progetto di bilancio consolidato del Gruppo Fidia e del progetto di bilancio individuale di Fidia S.p.A. al 31 dicembre 2020, originariamente prevista per il 12 aprile 2021 a data ancora da definire, che sarà tempestivamente comunicata al mercato non appena individuata.

(RV - www.ftaonline.com)