Fisco: entro 16 giugno si paga Ici, su ville e seconde case

Esclusa abitazione principale ma non se case signorili, castelli

(ANSA) - ROMA, 3 GIU - Entro il 16 giugno, salvo differenti termini stabiliti dal Comune, deve essere versata la prima rata dell'imposta sugli immobili per il 2009. Lo segnala in una nota la Confedilizia, ricordando che dallo scorso anno e' prevista l'esclusione dall'Ici per gli immobili adibiti ad abitazione principale ma restano soggette all'imposta, anche se adibite ad abitazione principale, le unita' immobiliari di categoria catastale A/1 (Abitazioni di tipo signorile), A/8 (Ville) e A/9 (Castelli). Ad essere soggetti all'imposta sono poi tutti gli immobili abitativi diversi da quelli adibiti ad abitazione principale (concessi in locazione, utilizzati come seconde case, ecc.) nonche' tutti gli immobili non abitativi (uffici, negozi). L'imposta si determina applicando alla base imponibile le aliquote e le detrazioni stabilite annualmente dal Comune. Il versamento dell'Ici dovuta per l'intero anno e' effettuato in due rate: la prima, appunto entro il 16 giugno, pari al 50% dell'imposta dovuta calcolata sulla base di aliquote e detrazioni del 2008; la seconda, dall'1 al 16 dicembre, a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, applicando aliquote e detrazioni del 2009 ed eseguendo il conguaglio con quanto versato a titolo di acconto. Il pagamento dell'Ici puo' essere effettuato con il modello F24 presso banche o uffici postali. (ANSA)