Fisco: Vegas, bene incassi da lotta a evasione

No a manovre-bis. Commercialisti, insufficienti rimborsi Irap

(ANSA) - ROMA, 9 GIU - Gli incassi della lotta all'evasione crescono; non compensano il minor gettito per il calo del Pil ma non ci sara' manovra correttiva. Lo ha assicurato il vice ministro per l'Economia, Giuseppe Vegas. 'Il livello degli accertamenti nell'ultimo anno -ha detto- e'cresciuto'. 'La strategia di recupero evasione fiscale funziona' pero' 'non basta a recuperare l'impatto del Pil'. Maggiori difficolta' dell'Iva e non dell'Irpef. Sul fisco protesta dei Commercialisti: insufficienti i rimborsi Irap. Alle domande dei giornalisti che chiedevano a Vegas se ci saranno interventi da parte del Governo, il vice ministro ha risposto in modo deciso: 'Escludo manovre correttive nei prossimi mesi'. 'La pressione fiscale in Italia e' aumentata perche' e' diminuito il Pil ma non per variazioni delle aliquote tributarie', ha poi spiegato Vegas parlando a margine della chiusura dell'anno accademico della Scuola di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza. 'Noi non vogliamo aumentare le aliquote - ha detto - ma bisogna fare una politica attenta sulla spesa'. 'Per fortuna abbiamo gia' deciso di contenere la spesa' nella manovra dello scorso anno e 'quindi in Italia nei prossimi anni non c'e' pericolo di un aumento delle aliquote' delle imposte'. Vegas si e' augurato che prima dell'estate il Parlamento approvi la riforma della Legge Finanziaria in Legge di Stabilita'.(ANSA).