FNM (+2,81%) interrompe la discesa delle ultime sedute e risale la china in direzione dei recenti massimi a 0,73 euro, oltre i quali verrebbe riattivata la corsa in atto dallo scorso autunno verso almeno 0,756 euro, picco di agosto 2020. Nella direzione opposta, sotto 0,674 rischio invece di estensione del ribasso verso 0,60 euro, supporto critico nel breve termine.

(CC - www.ftaonline.com)