Ftse Mib, il rimbalzo è troppo esiguo

Saldo di seduta moderatamente positivo lunedì per il Ftse Mib (+0,17% a 27383 punti) con l'indice che tuttavia riesce a ripercorrere in direzione contraria solo una piccola parte del forte ribasso di venerdì.

Saldo di seduta moderatamente positivo lunedì per il Ftse Mib (+0,17% a 27383 punti) con l'indice che tuttavia riesce a ripercorrere in direzione contraria solo una piccola parte del forte ribasso di venerdì. Se da un lato è vero che l'indice ha dovuto digerire lo stacco del dividendo di otto blue chip dall'altro il calo "tecnico" è stato compensato dal rialzo del 30% di Telecom Italia, della quale è passato di mano il 10,6% circa del capitale (il fondo KKR è intenzionato a lanciare un'Opa a 0,505 euro per azione). Per inviare un segnale di ripresa credibile il Ftse Mib dovrebbe risalire oltre area 27550/600, in quel caso possibile il test del massimo di venerdì a 27817 punti. Resistenza successiva a 27969, top del 16 novembre. Sotto 27163, minimo di venerdì, è individuabile una forte area di supporto a 26800-26895, media mobile esponenziale a 50 giorni e base del gap rialzista del 1° novembre. In caso di violazione anche di quei livelli supporto a 26210, media mobile esponenziale a 100 giorni.

(AM)