Ftse Mib, saldo di seduta positivo martedì, +1,61% a 24242 punti, ma il quadro grafico non cambia: i massimi di giornata a 24242 sono infatti al di sotto di quelli di venerdì a 24409 punti, prima resistenza da battere per poter ambire al test della resistenza critica di area 24720, lato alto del canale ribassista che contiene le oscillazioni dal top di fine marzo e media mobile esponenziale a 50 giorni. Alla rottura di quei livelli diverrebbe possibile il test della resistenza critica offerta a 25506 dal top del 29 marzo, coincidente con il 61,8% di ritracciamento (Fibonacci) del ribasso dal massimo di gennaio. Sopra 25506 possibili movimenti tra 27000 e 27500. Sotto area 23320, minimo del "martello" (candela di tipo "hammer, elemento che compare in prossimità di supporti rilevanti) del 2 maggio, le aspettative di rimbalzo verrebbero negate, rischio in quel caso di ritorno sui minimi di marzo a 21060, unico supporto rilevante a 22730/40.

(AM)