Gismondi 1754 (AIM ticker GIS), storica società genovese che produce gioielli di altissima gamma, rende noto su base volontaria i risultati consolidati gestionali delle vendite del primo trimestre 2021 (dati non soggetti a revisione contabile), suddivisi per area geografica e tipologia di canale di vendita. Al 31 marzo 2021, Gismondi 1754 ha riportato un fatturato consolidato totale pari a 1.396.178 euro, in crescita del +91%, rispetto ai 730.911 euro del primo trimestre 2020. La crescita, a parità di periodo rispetto al 2020, è stata sostenuta dalle vendite nel canale Wholesale (in aumento a livello globale da 196.365 euro nel primo trimestre 2020 a 501.302 euro nel Q1 2021), con un incremento in particolare nell'area europea (che ha fatturato 249.693 euro nel solo primo trimestre del 2021, contro i 26.286 euro del Q1 2020). Anche il segmento Special Sales ha proseguito il trend di crescita già avviato negli anni precedenti, passando da 247.126 euro nel primo trimestre 2020 a 513.536 euro nel Q1 2021. Massimo Gismondi, Ceo di Gismondi 1754, ha commentato: "I risultati sottolineano la forza del nostro brand e la capacità di fidelizzare i nostri clienti, come testimonia la notevole crescita del wholesale e delle special sales. In una fase economica complessa a livello globale, la nostra strategia di puntare sul tailor-made a portata di tutti ha marcato la differenza, consentendoci di crescere nonostante la pandemia e mantenere uno stretto contatto con i clienti delle boutique, che forzatamente hanno dovuto rimanere chiuse nei primi mesi dell'anno. Restiamo fiduciosi sulle prospettive e contiamo che il secondo semestre, con l'auspicabile progressiva riapertura al pubblico nei prossimi mesi, consentirà di irrobustire nuovamente anche il contributo del retail diretto, andando a consolidare ulteriormente la nostra crescita".

(RV - www.ftaonline.com)