*Growens *– già MailUp - società ammessa alle negoziazioni su AIM Italia, sistema multilaterale di scambi organizzato da Borsa Italiana, e operante nel settore delle cloud marketing technologies, comunica che in data 11 maggio 2021 il Consiglio di Amministrazione della Società si è riunito per prendere visione di alcuni dati economico- finanziari consolidati relativi al primo trimestre dell'esercizio 2021.

I dati consolidati mostrano una crescita consistente, 4,8% per i ricavi *nel Q1 2021, a 16,6 milioni di Euro, rispetto al Q1 2020 (15,8 milioni di Euro); e +153,8% per l'EBITDA*, a 1,4 milioni di Euro, rispetto a 0,5 milioni di Euro nel Q1 2020.

"Siamo particolarmente soddisfatti dei risultati del primo trimestre 2021 che confermano la resilienza del nostro business, nonostante il periodo caratterizzato da continui lockdown. Dati ancor più incoraggianti se confrontati con il Q1 2020, che fu solo parzialmente impattato dalle chiusure a livello globale - ha commentato Matteo Monfredini, Presidente e fondatore di Growens - Il primo trimestre risente ancora pesantemente dell'effetto Covid, in particolare sui servizi SMS e Professional Services offerti da MailUp e sui quei servizi come Datatrics e BEEPlugin che richiedono ai nostri clienti un maggior investimento, non solo in termini economici ma anche di persone e know-how. Rimaniamo concentrati sull'execution in ottica di crescita sia interna sia esterna. Dal punto di vista organico, il rafforzamento delle prime linee di MailUp, BEE e Datatrics, che costituiscono le fondamenta del nuovo percorso di crescita, è quasi completato. Dal punto di vista delle acquisizioni, siamo attualmente impegnati su diverse opportunità, con l'obiettivo di acquisire una società di tipo SaaS con una dimensione significativa".

Nazzareno Gorni, Amministratore Delegato e fondatore di Growens Commenti ai risultati I Ricavi complessivi consolidati del primo trimestre 2021 sono passati da 15,8 milioni a 16,6 milioni di Euro con un incremento organico di quasi il 5% rispetto al pari periodo dell'esercizio precedente: tale risultato va contestualizzato in uno scenario economico che ha visto il primo trimestre 2021 caratterizzato per la maggior parte da diversi periodi di lockdown globali, a fronte di un primo trimestre 2020 trainato dalla forte espansione del 2019 e impattato dalle chiusure solo nella sua parte finale.

Passando alle principali linee di business, il comparto SMS, legato in particolare all'attività della business unit Agile Telecom, ha prodotto il fatturato più alto in valore assoluto, pari a circa 11,3 milioni di Euro, con una crescita del 3,6%. Si ricorda che il rallentamento della crescita è legato al considerevole impatto negativo dei periodi di lockdown, che hanno comportato assenza o minore rilevanza dei messaggi SMS promozionali c.d. "drive-to-store", ossia messaggi di marketing con lo scopo di portare clientela retail nei punti vendita fisici, in particolare in Italia.

Il comparto Email ha registrato un incremento superiore all'11% nel trimestre, attestandosi a circa 4,4 milioni di Euro di ricavi, trainato dalle ottime performance di BEE, in crescita di oltre il 27% a 1,1 milioni di Euro (+43% al netto dell'effetto del cambio USD/Euro), e di Acumbamail (in crescita di oltre il 34%).

Nel primo trimestre 2021 si registra per la business unit MailUp un risultato sostanzialmente in linea con l'anno passato (-1,5%), che sconta gli effetti della crisi in Italia, in particolare con la contrazione dei consumi e degli investimenti (settori fashion, eventi, travel/hospitality), con performance negative di SMS e servizi professionali, a fronte di un comparto email in crescita.

La linea di business Predictive Marketing, legata a Datatrics B.V. ha generato un fatturato in calo dell'11%, influenzato dai drastici effetti della crisi generata dal Covid-19. A questo proposito, si rammenta che è stato avviato un piano di riorganizzazione delle attività di Datatrics allo scopo di rispondere in maniera più efficiente alle sfide del mutato contesto di mercato e focalizzare gli sforzi di crescita sulla gestione unificata dei clienti, facendo leva su di una struttura più snella e qualificata.

Tale riorganizzazione include (i) un rafforzamento dell'infrastruttura – migrata su Amazon AWS -, concluso a fine 2020; (ii) la revisione del modello di business in ottica di maggiore scalabilità e self-provisioning, che faccia affidamento sull'importante contributo dei partner; (iii) il rinforzo della prima linea manageriale di Datatrics (concluso nel mese di marzo 2021), con l'inserimento dei ruoli di Marketing Manager, Head of Sales e Head of Customer Value Management come comunicato in data 15 aprile 2021. Gli effetti di tale ristrutturazione sono attesi entro il Q3 2021.

Le vendite consolidate ricorrenti (da sottoscrizioni di prodotti SaaS - Software as a Service), che rappresentano circa il 30% del totale a circa 4,9 milioni di Euro, crescono del 9% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio 2020. Le vendite realizzate all'estero ammontano a oltre 9 milioni di Euro, pari a oltre il 54% del totale, in crescita del 9%.

L'*EBITDA *consolidato del trimestre è pari a circa 1,4 milioni di Euro, con un progresso del 154% rispetto al dato di pari periodo 2020, per una incidenza dell'8,3% sul fatturato. Il primo trimestre mostra evidenti segni di recupero del business, con un EBITDA che mostra una crescita ampiamente superiore a quella dei ricavi, ed un Gross Profit in crescita di quasi sei punti percentuali sul fatturato (passando da 28,1% a 33,7%) con una crescita (+26%) ben superiore a quella dei ricavi, segnale che le ottimizzazioni ed i risparmi di costi messi in atto stanno continuando a dare gli effetti desiderati. La marginalità risente positivamente di una serie di fattori tra cui: (i) i risparmi di spese connessi ai periodi di lockdown, in particolare la contrazione dei costi S&M sia in valore assoluto (-3%) sia in termini di incidenza sul fatturato (da 9,8% a 9,1%) per il venir meno degli eventi in presenza e dei relativi viaggi; (ii) la generale crescita della marginalità di tutte le business unit a doppia o tripla cifra (Agile Telecom e BEE); (iii) il ridimensionamento della perdita operativa di Datatrics a circa 80 migliaia di Euro, segno dell'efficacia delle misure intraprese e precedentemente descritte.

Dal lato dei costi, il Gruppo ha scelto di non sospendere o rinviare i propri progetti strategici programmati, in particolare la voce fondamentale legata alla R&D (+28,6%), dove sono in corso i maggiori investimenti.

Come conseguenza di quanto sopra esposto, l'*EBT *ritorna in positivo rispetto al medesimo periodi dell'esercizio precedente, a 0,5 milioni di Euro, con una incidenza del 3% sui ricavi.

La *Posizione Finanziaria Netta *consolidata al 31 marzo 2021 presenta un ammontare negativo (cassa) pari a oltre 2 milioni di Euro, lievemente inferiore rispetto al saldo (sempre negativo) di Euro 2,5 mln al 31 dicembre 2020. L'effetto dell'adozione del principio contabile IFRS 16, relativo ai costi di affitto, leasing e noleggio comporta una posta di indebitamento figurativo pari a circa 3,6 milioni di Euro. La cassa è superiore a 9 milioni di Euro.

(GD - www.ftaonline.com)