Hertz Global Holdings decolla a Wall Street, dopo che il maggiore gruppo Usa di noleggio auto (in termini di vendite) ha annunciato di avere chiuso un accordo con Knighthead Capital Management, Certares Opportunities e Apollo Capital Management per l'uscita dal Chapter 11. Hertz, entrata nella procedura fallimentare il 22 maggio 2020, ha accettato una proposta da complessivi 6 miliardi di dollari, che prevede l'emissione di nuove azioni per un controvalore di 1,5 miliardi di dollari a vantaggio di Apollo. Sconfitto l'altro consorzio composto da Centerbridge Partners, Warburg Pincus e Dundon Capital Partners. Hertz, che non è più quotata al Nyse da ottobre ma scambia ancora sul mercato over-the-counter, ha chiuso con un balzo del 55,01% mercoledì.

(RR - www.ftaonline.com)