Il Consiglio di Amministrazione di IGD - Immobiliare Grande Distribuzione SIIQ S.p.A. ("IGD" o la "Società"), riunitosi in data odierna sotto la Presidenza di Rossella Saoncella, ha esaminato e approvato le informazioni finanziare periodiche aggiuntive al 31 marzo 2021

• Le restrizioni in essere sull'attività dei centri commerciali stanno ancora pesando in modo significativo
• Considerato un impatto "one off" da COVID per il 1Q 2021 pari a 5,4 € mln
• Ricavi netti da attività locativa: 26,2 milioni di euro (-20,7%)
• Risultato netto ricorrente (FFO): 13,8 milioni di euro (-33,3%)
• Completato il rimborso del bond in scadenza e ancora significativa disponibilità di cassa a fine periodo, pari a 46,86 milioni di euro
• Nel secondo trimestre il Gruppo si sta preparando ai graduali allentamenti delle misure restrittive e alle riaperture di tutti i tenants: recuperato il 94% degli ingressi rispetto al 2019 nei primi sei giorni senza restrizioni da lunedì 26 aprile

Messaggio dell'Amministratore Delegato, Claudio Albertini "In questi primi tre mesi del 2021 la situazione è stata ancora delicata per i centri commerciali, significativamente impattati da misure restrittive e di chiusura tuttora in essere. In particolare, considerando che a gennaio/febbraio 2020 i centri erano pressoché totalmente operativi, gli ingressi e i fatturati dei nostri operatori registrati nel 2021 risultano essere con segno negativo. Situazione inversa a marzo, mese in cui, nell'anno precedente, era in atto un lockdown quasi totale, mentre quest'anno gli impatti sono stati meno duri e diffusi, come del resto testimonia l'aumento degli ingressi (+50% nel mese). Siamo inoltre soddisfatti e incoraggiati da due dati che confermano l'attrattività ancora alta dei centri commerciali, ossia lo scontrino medio ancora in aumento nel trimestre di oltre il +21% rispetto allo stesso periodo 2020 e la percentuale di fatturato 2021 già incassato, che si attesta a livelli più che soddisfacenti, pari a circa il 75% in Italia e quasi al 90% in Romania. La nostra attenzione e il nostro impegno sono però già indirizzati alla prossima fase di riapertura, per la quale ci stiamo organizzando insieme con i nostri operatori, e alle sfide future nel mondo retail con "next steps", un progetto di lavoro interno che ha l'obiettivo di identificare soluzioni per rispondere alle mutate esigenze dei nostri tenant e visitatori, focalizzando l'attenzione su quattro aree di intervento: i layout, i servizi, gli eventi e i merchandising e tenant mix del futuro. In questo modo vogliamo rendere i nostri centri sempre più "urbani", attrattivi e spazi da vivere, a servizio della comunità che li frequenta ogni giorno".

(RV - www.ftaonline.com)