Il DAX rimbalza ma le prospettive restano difficili

Seduta positiva mercoledì 6 luglio per il DAX: chiusura a 12594,52 punti, +1,56% rispetto a quella di martedì 5 (12401,20).

Seduta positiva mercoledì 6 luglio per il DAX: chiusura a 12594,52 punti, +1,56% rispetto a quella di martedì 5 (12401,20). L'indice tedesco rimbalza dopo il netto calo accusato il giorno prima ma senza riuscire ad allontanare lo scenario negativo aperto dopo la discesa sui minimi da novembre 2020. I corsi restano pertanto esposti al rischio di riattivazione della tendenza ribassista in essere dal record storico di novembre 2021 a 16290: primo obiettivo a 12260, 50% di ritracciamento del rialzo visto da marzo 2020, appoggio successivo sul minimo di ottobre 2020 a 11450. Conferme definitive in tal senso in caso di stabilizzazione sotto 12400-12450. Primi segnali di forza oltre 12910-12920, operazione che creerebbe le premesse per estensioni verso area 13350: solo oltre questo ultimo ostacolo prenderebbe corpo l'ipotesi di un rimbalzo duraturo, con primo obiettivo a 13750 (gap ribassista del 13 giugno).

(Simone Ferradini)