Seduta in deciso rialzo per il Ftse Mib future che guadagna l'1,29% a 25070 punti spingendosi anche fino ad un massimo intraday a 25095 punti. Il mercato ha reagito positivamente ai dati sul mercato del lavoro Usa: le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 21 maggio si sono attestate a 406 mila unità, inferiori alle attese (425 mila) e al dato della settimana precedente (478 mila unità). Il numero totale di persone che richiede l'indennità di disoccupazione (calcolato sui dati al 14 maggio) si attesta a 3,642 milioni, superiore a 3,640 milioni della rilevazione precedente ma inferiore alle attese di 3,680 milioni. C'è un po' di pressione sul Btp, il rendimento del decennale sale a 0,896% da 0,872%, il mercato attende con ansia i dati sull'inflazione core Usa di venerdì. Il segretario del Tesoro Janet Yellen, mettendo le mani avanti, ha dichiarato "L'inflazione che abbiamo visto di recente sarà solamente temporanea, non diventerà un qualcosa di endemico" aggiungendo poi "Mi aspetto che duri molti mesi e di vedere alti tassi annuali di inflazione fino alla fine dell'anno". Quella a 25056 punti è la chiusura di seduta più alta per il Ftse Mib future dal 20 febbraio 2020, il future sembra ormai intenzionato ad andare a testare il top del 19 febbraio 2020 a 25490 punti. La rottura di quei livelli permetterebbe il raggiungimento a 25700 del lato alto del canale crescente che parte dai minimi di marzo 2020. Solo discese al di sotto di area 24695, massimo di aprile, potrebbero fare temere una evoluzione negativa con primo target a 24230, sulla media mobile esponenziale a 50 giorni.

(AM - www.ftaonline.com)