Secondo ribasso consecutivo per il Nikkei 225 che questa mattina ha ceduto lo 0,35% attestandosi a quota 28860. Sebbene il ribasso sia stato tutto sommato contenuto, un primo effetto sul grafico dell'indice lo ha però prodotto. I prezzi sono infatti scesi al di sotto della base del canale che saliva dai bottom di maggio, configurazione all'interno della quale si stava sviluppando il recupero dell'ultimo mese, inviando così un primo segnale di incertezza dopo un buon periodo. Niente di preoccupante per il momento, ma un campanello di allarme da monitorare con attenzione. Sotto 28764 i sintomi di debolezza si intensificherebbero, introducendo il test del supporto a 28400, riferimento rilevante nel breve termine, la cui violazione farebbe salire sensibilmente le possibilità di un ritorno sui bottom di maggio a quota 27385. Oltre 29000 invece l'allarme rientrerebbe e l'indice tornerebbe in corsa verso gli obiettivi a 29200 e più in alto 29600 e 29900 circa.

(AC)