Mercato azionario giapponese sotto la parità. Il Nikkei 225 ha terminato la seduta a 26167,10 punti, -0,58% rispetto alla chiusura precedente (26319,34). L'indice nipponico precipita in avvio fin sui 25773 circa, andando quindi a chiudere il gap rialzista lasciato il 17 marzo a 25825, per poi recuperare e chiudere sotto il minimo del 12 aprile in area 26300. Abbiamo quindi un segnale ribassista e uno di forza, dato che la chiusura dei gap spesso segnala l'esaurimento delle correzioni. Discese sotto 25773 preannuncerebbero probabilmente l'estensione del movimento discendente verso 25350-25400 almeno (linea tracciata da marzo 2020) con obiettivo sul minimo del 9 marzo a 24681. Il ritorno in pianta stabile sopra 26300 creerebbe le premesse per un attacco al recente massimo a 27072: in caso di successo probabili estensioni verso il top del 21 aprile a 27580 e quindi l'ostacolo dinamico rappresentato dalla linea discendente tracciata dal top pluriennale di settembre a 30795, attualmente in transito per 27700.

(Simone Ferradini)