Mercato azionario giapponese in calo. Il Nikkei 225 ha terminato la seduta odierna a 27279,80 punti, -0,33% rispetto alla chiusura precedente (27369,43). L'indice nipponico arretra leggermente ma senza intaccare i segnali positivi inviati ieri (breakout del massimo del 6 maggio a 27072 e completamento del testa e spalle rialzista in formazione dal 27 aprile). I corsi hanno ora la possibilità di oltrepassare la linea discendente tracciata dal top pluriennale di settembre a 30795 (ora in transito per 27400 circa) e il top del 21 aprile a 27580. Oltre queste resistenze si creerebbero le condizioni per un allungo verso il picco del 25 marzo a 28338, con possibilità di riattivazione del rally originato dal minimo del 9 marzo a 24681 e la conseguente prospettiva di ritorno sui 30795 (tappe intermedie a 29350-29400 e 29800). Discese sotto il minimo del 19 maggio a 26150 (preannunciate dalla violazione di 26570-26580) riporterebbero invece in primo piano il rischio di un test dei supporti statici a 25650-25700 e di quello dinamico rappresentato dalla linea ascendente tracciata da marzo 2020 (attualmente in transito per 25600 circa).

(Simone Ferradini)