Prevale la prudenza a Piazza Affari che si muove sotto il riferimento ma al di sopra dei minimi della mattinata, in attesa della Bce e del report sull'inflazione Usa. Il Ftse mib scende dello 0,25%, il Ftse Italia All Share dello 0,28% e il Ftse Italia Star dello 0,79%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 10 giugno:

Risanamento

Risanamento continua a correre e si spinge fino a 0,153 circa, livello più alto dl 2015. Il rialzo potrebbe spingersi fino al top di luglio 2015 a 0,183, sebbene nel brevissimo termine sono possibili prese di beneficio, utili per stemperare i segnali di ipercomprato presenti da settimane sui principali oscillatori. Solo nel caso di violazione dei supporti a 0,11 rischio di ritorno sotto quota 0,10 euro.

  • Target: 0,183 euro
  • Negazione: 0,11 euro
  • RSI (14): ipercomprato

Fincantieri

Fincantieri torna ad attaccare i massimi di inizio mese a 0,82 circa dimostrando di possedere la forza necessaria per prolungare il rally fino al picco di maggio 2020 a 0,90 circa. Nella direzione opposta, sotto 0,77 le quotazioni potrebbero ripiegare verso i supporti a 0,70 circa, determinanti per scongiurare un affondo in direzione di 0,67 e 0,62/0,63.

  • Target: 0,90 euro
  • Negazione: 0,77 euro
  • RSI (14): ipercomprato

Stmicroelectronics

Stm attacca il massimo del 1° giugno a 31,22 euro e tenta di prolungare la reazione avviata a maggio da area 28,25 in direzione dei primi obiettivi a 32 circa, per il test della trend line che scende dai massimi di febbraio. Oltre questo limite il titolo potrebbe tentare di guadagnare ulteriore terreno verso 33,70 (massimi di aprile). Target successivo a 35,90 circa, picco di febbraio. Tali aspettative verrebbero messe in discussione solo nel caso di discese al di sotto di 30 euro, prologo a ripiegamenti verso 28,25 euro.

  • Target: 33,70 euro
  • Negazione: 30 euro
  • RSI (14): neutrale

TXT E-Solutions

TXT E-Solutions arretra dopo essersi scontrato con gli ostacoli tenaci a 8,45 circa, massimi di inizio giugno allineati ai top di giugno 2020. Una vittoria su questo riferimento permetterebbe al titolo di crescere verso 8.86 euro e di tentare la ricopertura del gap ribassista del 24 febbraio 2020 a 9,03 euro. Discese sotto 8,00 euro farebbero invece temere l'avvio di un nuovo swing al ribasso verso almeno 7,60 euro.

  • Target: 9,03 euro
  • Negazione: 8,00 euro
  • RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)