Piazza Affari in calo appesantita da banche ed energia. Il Ftse mib cede lo 0,86% Ftse Italia All Share 0,84% e il Ftse Italia Star lo 0,94%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 26 febbraio:

Fincantieri

Fincantieri resta in vista degli ostacoli a 0,72/0,73 in attesa di nuovi spunti che permettano di estendere la reazione partita a gennaio in direzione di obiettivi a 0,90, sui top di maggio. Il ritorno perentorio sotto area 0,66 negherebbe tali attese prospettando cali verso quota 0,5950, la cui violazione annullerebbe definitivamente le aspettative di rialzo preludendo a ripiegamenti verso almeno quota 0,56.

  • Target: 0,90 euro
  • Negazione: 0,66 euro
  • RSI (14): neutrale

Danieli & C.

Danieli & C. arretra e mette pericolosamente sotto pressione i primi supporti a 17 euro circa. La violazione di quest'area riporterebbe i prezzi a contatto con la media mobile esponenziale a 50 sedute, passante da 16,40 circa, senza tuttavia modificare l'intonazione rialzista di fondo. Solo sotto 15,70 e alla violazione di area 15,00 la situazione potrebbe volgere in negativo. Oltre area 18,00/18,05 via libera invece verso 19,65 circa, per il test del lato superiore del canale che sale da marzo 2020.

  • Target: 19,65 euro
  • Negazione: 15,00 euro
  • RSI (14): neutrale

Dovalue

Dovalue recupera dopo uno scivolone verso area 10,00, dove transita la media mobile esponenziale a 50 sedute che sostiene il prolungato rialzo dallo scorso novembre. La tenuta di questo riferimento, e a maggior ragione del supporto orizzontale a 9,75/9,80, permetterebbe di continuare a sponsorizzare l'ipotesi rialzista per obiettivi a 11,50 circa, linea che scende dai record del 2017. Sotto area 9,75 atteso il test del limite inferiore del canale che sale da marzo, a 8,75 circa.

  • Target: 11,50 euro
  • Negazione: 9,75 euro
  • RSI (14): neutrale

Ascopiave

Ascopiave (-0,14%) resiste sopra i primi supporti a 3,55 circa, già messi sotto pressione alla fine di gennaio, muovendosi a ridosso della media mobile esponenziale a 50 sedute, passante da quest'area. Discese sotto questo riferimento lascerebbero campo libero ai venditori verso i supporti a quota 3,40. Segnali di forza oltre area 3,75/3,77 per target a 3,90 circa.

  • Target: 3,90 euro
  • Negazione: 3,40 euro
  • RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)