Piazza Affari positiva in scia alle altre borse europee. Il Ftse mib cresce dello 0,43%, il Ftse Italia All Share sale dello 0,47% e il Ftse Italia Star dello 0,61%.

*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 16 aprile:

OVS*

OVS si slancia verso i massimi di marzo a 1,58 euro tornando a premere contro il lato superiore del canale che sale dai minimi autunnali. Ulteriori segnali di forza giungerebbero oltre questo limite per obiettivi ipotizzabili a 1,73 euro, per la chiusura del gap del 24 febbraio 2020. Discorso diverso, invece, nel caso in cui area 1,58 respingesse l'attacco dei compratori. In quel caso possibili ripiegamenti verso 1,40 e 1,26/1,30.
-Target: 1,73 euro
-Negazione: 1,40 euro
-RSI (14): ipercomprato

Reno De Medici

Reno De Medici si allontana con determinazine dai primissimi supporti a 1,11 circa, rivisti dopo la breve pausa delle ultime due settimane. La tenuta di questo riferimento e la succesiva rottura definitiva di area 1,20 permetterebbo di guardare con fiducia a sviluppi positivi verso target a 1,35/1,40 poi fino a 1,50 circa, picco del 2002. Possibile indebolimento invece sotto area 1,11 per supporti a 1,00 almeno. -Target: 1,35 euro
-Negazione: 1,11 euro
-RSI (14): neutrale

Digital Bros

Digital Bros ha fallito l'attacco alla resistenza a 27 euro, massimi della scorsa estate, precipitando verso 24,15 euro, picco del 10 marzo. La permanenza sopra questo riferimento potrebbe offrire la sponda per un nuovo attacco agli ostacoli: in caso di successo si potrebbero aprire nuovi spazi di crescita verso 36 euro (resistenza intermedia a 29 circa). Sotto 24,15 euro rischio di discesa verso i supporti presenti tra area 22 e 23.
-Target: 29 euro
-Negazione: 21,15 euro
-RSI (14): neutrale

Danieli & C.

Danieli & C. ha riconosciuto a 20,40 un valido supporto dal quale ha messo a segno una reazione fino a 21,70 circa. Le quotazioni dovranno spingersi oltre il picco di inizio mese a 22,00 euro per rivedere una resistenza critica a quota 22,70, linea che scende dal picco di febbraio 2014. Discese sotto 20,40 completerebbero invece un testa e spalle ribassista disegnato dai massimi di marzo prospettando discese verso area 19,00 almeno. -Target: 22,70 euro
-Negazione: 20,40 euro
-RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)