IMMSI (+3,28%) sale sul livello più alto da gennaio a 0,574 euro e punta verso area 0,62, massimo di inizio anno e lato superiore del canale disegnato dallo scorso ottobre. L'arrivo in quest'area potrebbe tuttavia lasciare spazio a prese di beneficio, utili per stemperare i segnali di ipercomprato presenti sui principali oscillatori grafici. L'impostazione rialzista di fondo verrebbe messa in discussione solo dal ritorno perentorio sotto area 0,50.

(CC - www.ftaonline.com)