Si è riunito l'8 giugno 2021 il Consiglio di Amministrazione della Società *Imvest *che ha approvato il progetto di bilancio rivisto della Capogruppo e il bilancio consolidato relativi all'esercizio sociale chiuso al 31 dicembre 2020. Il nuovo passaggio in CdA è stato ritenuto opportuno alla luce di una più approfondita considerazione da parte del management relativamente ad alcune voci iscritte nel suddetto progetto di bilancio.

Le principali modifiche intervenute hanno interessato, in particolare, *l'iscrizione dei warrant correlati al Prestito Obbligazionario convertibile cum warrant riservato al Fondo European High Growth Opportunities Securitization Fund *(il "POC"), di cui alla delibera Assembleare del 10 luglio 2020, nonché la valutazione di una società del Gruppo controllata da Imvest S.p.A..

Più in dettaglio, e alla luce di quanto sopra menzionato, il management ha pertanto ritenuto di rideterminare i dati economico-patrimoniali della consolidante e del Gruppo come segue (se non specificato diversamente tutti i valori sono espressi arrotondati alle migliaia di Euro):

*Risultati economico-finanziari della Capogruppo nell'esercizio chiuso al 31 dicembre 2020
*

I risultati conseguiti dalla Capogruppo per l'esercizio in rassegna evidenziano una *perdita di esercizio di € 7.383 *rispetto alla perdita di € 3.807 del progetto di bilancio pre rivisitazione (€ 1.670 migliaia la perdita 2019).

L'incremento registrato nella perdita di esercizio è stato pertanto di € 3.576 mln e si è originato come segue:

  1. quanto ad € 3.157 a seguito della rilevazione di un'ulteriore svalutazione di una società controllata per effetto dell'*adeguamento del valore di un immobile posseduto *dalla medesima controllata rispetto alle perizie aggiornate all'anno in corso. La svalutazione in discorso si è resa necessaria in ragione anche di alcuni danni di natura straordinaria che hanno riguardato l'immobile di proprietà della società controllata da Imvest;

  2. quanto ad € 247 per l'iscrizione di una svalutazione di crediti dell'attivo circolante;

  3. quanto ad € 172 per la rilevazione di maggiori oneri finanziari da prestiti obbligazionari.

A livello prettamente patrimoniale si segnala, poi, l'avvenuto storno dell'iscrizione tra le riserve di patrimonio netto della "Riserva per operazioni di copertura dei flussi finanziari attesi" con contropartita nell'attivo la rilevazione di "Strumenti finanziari derivati attivi" per € 1.035.

La variazione si è resa necessaria con riferimento all'assegnazione dei warrant emessi in correlazione al POC che la Società non ha più classificato quali strumenti rappresentativi di capitale. Pertanto, al momento dell'emissione non è stata fatta alcuna rilevazione contabile. La rilevazione sarà operata solo al momento dell'eventuale esercizio da parte dei possessori dei warrant alla stregua di un aumento di capitale.

Si riportano di seguito le informazioni relative ai warrant al 31 dicembre 2020:

|Strumento |Numero titoli emessi|Valore |Prezzo medio | Titoli esercitati |
|Warrant |5.864.405 |Euro 1.035.000 |Euro 0,176479465 |0 |

Di seguito si riportano i principali dati economico/finanziari al 31 dicembre 2020:

  • Valore della produzione: € 531
  • Risultato operativo (EBITDA): € (1.080)
  • Risultato operativo (EBIT): € (1.329)
  • Risultato netto: € (7.383)
  • Patrimonio Netto: € 2.990
  • Posizione Finanziaria Netta: € (47)

Il risultato operativo (EBIT) negativo è dovuto prevalentemente all'incidenza delle svalutazioni di cui sopra detto.

Al 31 dicembre 2020, il patrimonio netto della Società risulta pari ad € 2.990 (€ 9.348 al 31 dicembre 2019).

La Posizione Finanziaria Netta negativa per € 47 (attiva per € 60 nel 2019).

Risultati consolidati 2020
*
Valore della produzione: € 1.473
* Risultato Operativo Netto (EBITDA): € (1.760)
* Risultato Operativo Netto (EBIT): € (7.145)
* Risultato Netto: € (7.035)
* Patrimonio Netto: € 2.904
* Posizione Finanziaria Netta: € (2.832)

*Proposta di destinazione del risultato di esercizio *

  • Alla luce della *perdita registrata per l'esercizio 2020, come rideterminata pari a Euro 7.383.320, confermata la riduzione di oltre un terzo del capitale sociale della Società al 31/12/2020, il Consiglio di Amministrazione ha confermato di proporre all'Assemblea degli Azionisti, sulla base del disposto di cui all'art. 6 del Decreto Legge 8 aprile 2020 n. 23, convertito con modifiche dalla Legge 5 giugno 2020 n. 40, come novellato dall'art. 1, comma 266, della Legge 30 dicembre 2020 n. 178, la deliberazione in merito al differimento dell'adozione dei *provvedimenti di cui all'articolo 2446 *del Codice Civile entro cinque esercizi successivi, ovvero fino al all'Assemblea degli Azionisti convocata per l'approvazione del bilancio chiuso al 31 dicembre 2025 e, pertanto, di riportare a nuovo la perdita dell'esercizio pari a Euro 7.383.320.

Convocazione dell'Assemblea Ordinaria degli Azionisti e deposito della documentazione

**Confermata la convocazione per l'Assemblea Ordinaria degli Azionisti per il 24 giugno in prima convocazione, e, ove necessario, il 25 giugno 2021 in seconda convocazione, nel luogo ed orari che saranno comunicati nell'avviso di convocazione. La documentazione relativa alle materie all'ordine del giorno sarà messa a disposizione del pubblico presso la sede sociale e sul sito internet www.imvest.it nei termini previsti dalla normativa vigente.

(GD - www.ftaonline.com)