Satispay, il sistema di mobile payment indipendente dai circuiti tradizionali delle carte di credito e debito, conferma il proprio ruolo di leader nella transizione verso i pagamenti innovativi. Evidenza emersa dall'edizione semestrale dell'Osservatorio Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano presentato in occasione del webinar "I pagamenti digitali in Italia nei primi sei mesi del 2021", secondo cui, nonostante le parziali chiusure e la riduzione dei consumi per l'emergenza sanitaria, i pagamenti digitali nel primo semestre del 2021 hanno raggiunto in Italia quota € 145,6 mld (+23% rispetto al 2020), con una brillante crescita dei pagamenti da Mobile e da Wearable che raggiungono un volume transato di € 2,7 mld nel periodo analizzato.

All'interno di questo segmento, che vede la presenza di player internazionali come Apple Pay e Google Pay, Satispay dimostra ancora una volta il suo ruolo cruciale, arrivando a rappresentare il 30% dell'intero comparto, con un numero di transazioni pari a 25 milioni.

Analizzando invece il volume transato attraverso sistemi non NFC (quindi non collegati al modello tradizionale delle carte di credito come quelli offerti da Big Tech), il volume complessivo dei pagamenti si attesta a € 400 milioni, di cui ben il 75% è passato da Satispay.

Nonostante il forte impatto dei lockdown sulle aperture degli esercizi commerciali, i dati evidenziano la costante crescita della Società che registra al 30 giugno 2021 un incremento del 284% e del 196% rispettivamente sul numero dei pagamenti e del volume transato rispetto allo stesso periodo del 2020.

Inoltre, lo scontrino medio passa da € 18 a € 13, confermando quanto rilevato dall'Osservatorio rispetto all'effetto del Cashback di Stato che ha spinto molti cittadini italiani a fare più transazioni elettroniche. Particolarmente interessante, infine, la crescita degli utenti che proprio negli ultimi giorni ha raggiunto il traguardo dei 2 milioni di utenti.

(GD - www.ftaonline.com)