Intesa Sanpaolo, -0,7% a 2,65 euro, debole nonostante la sfilza di report positivi dopo la pubblicazione venerdì dei dati 2021: utile netto pari a 4,185 miliardi di euro, +19,4% a/a escludendo le componenti relative all'acquisizione di Ubi Banca e l'impatto contabile del connesso impairment del goodwill. Per il 2022 il management vede un utile netto superiore ai 5 miliardi di euro ed un payout ratio pari al 70% dell'utile netto. Approvato il Piano di Impresa 2022-2025: obiettivi nel complesso in linea con le attese. JP Morgan, Banca Akros, Equita, Exane, Deutsche Bank e Kepler Cheuvreux hanno confermato i giudizio positivi e incrementato i target price nel range compreso tra 3,00 e 3,50 euro.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)