Intesa Sanpaolo e FAITA-Federcamping, la Federazione delle Associazioni Italiane dei complessi turistico-ricettivi all'aria aperta che conta su oltre 2.500 aziende e circa 150mila addetti, indotto compreso, con un fatturato di circa 2,7 miliardi di euro, hanno siglato un accordo per affiancare le imprese nel rilancio legato alle opportunità previste dal PNRR e favorire gli investimenti lungo la direzione del turismo sostenibile. Intesa Sanpaolo metterà a disposizione delle imprese associate a FAITA- Federcamping iniziative al fine di integrare e completare l'intervento pubblico previsto dal "Bonus Turismo" (Decreto Legge n.152 del 2021) e di fornire gli strumenti che possano contribuire a dare una forte accelerazione agli investimenti per il rilancio e l'ammodernamento dell'intero comparto turistico.
L'accordo di oggi, infatti, segue e integra gli interventi a favore delle PMI del settore Turismo annunciati da Intesa Sanpaolo con un plafond da 1,2 miliardi di euro ed è finalizzato ad accompagnare le imprese ricettive dell'open-air lungo tre linee principali di intervento: riqualificazione e aumento degli standard qualitativi delle strutture ricettive, sostenibilità ambientale dell'offerta attraverso il rinnovamento di strutture e servizi e digitalizzazione del modello di servizio. A tal fine le imprese associate potranno essere supportate da finanziamenti specifici ideati da Intesa Sanpaolo per condividere obiettivi di miglioramento della sostenibilità dei clienti in ambito ESG, tra cui:
· Suite Loan: per le imprese turistiche che intendono migliorare gli standard di qualità della propria struttura ricettiva attraverso un meccanismo incentivante, ossia la riduzione del tasso di interesse applicato a seguito del raggiungimento di obiettivi di miglioramento condivisi con la Banca;
· S-Loan Turismo: per incentivare investimenti volti alla riqualificazione energetica delle strutture con particolare attenzione agli impatti ambientali degli interventi. Anche in questo caso è previsto un meccanismo di premialità in termini di riduzione del tasso applicato e la possibilità di abbinare la garanzia SACE Green all'80%, che consente di allungare la durata del finanziamento fino a 20 anni, comprensivo di 3 anni di pre-ammortamento.
· D-Loan: per finanziare i percorsi di crescita digitale delle imprese, oltre a favorire la collaborazione con un network di partner specializzati nelle esigenze di digitalizzazione delle imprese.
A ciò si aggiunge per gli associati la possibilità, attraverso la società Intesa Sanpaolo Rent Foryou, di noleggiare i beni strumentali, anziché acquistarli, con grande beneficio sulla gestione delle spese. Le imprese associate potranno così accedere al noleggio di macchinari, attrezzature e arredi con la possibilità di stabilire un canone stagionale che faciliterà il piano dei pagamenti allineandolo ai mesi di maggiore cash-in e agevolando in questo modo la gestione della liquidità.
Intesa Sanpaolo, inoltre, mette a disposizione delle associate FAITA Incent Now, la piattaforma digitale gratuita che permette individuare al meglio le informazioni relative alle misure e ai bandi promossi da enti istituzionali nazionali ed europei nell'ambito della pianificazione del PNRR.
La collaborazione riserva forte attenzione anche ai dipendenti e alle loro famiglie con l'obiettivo di stimolare e diffondere la cultura della Responsabilità Sociale d'Impresa attraverso iniziative concrete di supporto all'economia e al benessere dei lavoratori. In questo quadro Intesa Sanpaolo, in qualità di prima banca d'impatto a livello mondiale, considera temi chiave su cui investire l'inclusione finanziaria e il supporto per far fronte ai bisogni sociali. Tra gli strumenti messi a disposizione da Intesa Sanpaolo per i dipendenti e i congiunti degli associati: XME StudioStation, il micro-prestito a tasso zero fino a 1.500 euro e per famiglie con reddito ISEE fino a 50mila euro, che consente con 1 euro al giorno di affrontare le spese per pc e connessione internet, PerMerito, il prestito senza garanzie pensato per gli studenti universitari e mamma@work, un prestito a condizioni agevolate per conciliare la vita familiare e professionale delle giovani madri lavoratrici nei primi anni di vita dei figli.
Le misure di supporto alle aziende del comparto turistico open-air contribuiscono ad attuare uno dei pilastri di "Motore Italia", il programma strategico di Intesa Sanpaolo per sostenere le PMI con nuovo credito e liquidità per gli investimenti. Da qui al 2026 il Gruppo Intesa Sanpaolo programma erogazioni a medio lungo termine per oltre 410 miliardi di euro, di cui 120 destinati alle PMI, con i quali contribuire attivamente alla ripresa economica del Paese in stretta correlazione con gli obiettivi del PNRR.

(RV - www.ftaonline.com)