Il Consiglio di Amministrazione di Intred S.p.A. ("Intred" o la "Società") operatore di telecomunicazioni quotato da luglio 2018 sul mercato Euronext Growth Milan di Borsa Italiana (simbolo: ITD.MI), riunitosi in data odierna, ha esaminato il fatturato al 31 marzo 2022, non sottoposto a revisione legale, che risulta pari a € 11,3 milioni, in crescita del 20% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Daniele Peli, Co-Founder e Amministratore Delegato di Intred S.p.A., ha commentato: "I positivi risultati del primo trimestre 2022 sono per noi motivo di grande soddisfazione, anche in considerazione dello scenario macroeconomico in cui si trova il nostro Paese. La crescita della nostra rete in fibra ottica su tutta la Lombardia e l'attivazione di sempre nuove utenze in FTTH, sono segnali evidenti che la nostra strategia di lungo termine sia stata quella giusta e che avere oggi una infrastruttura così capillare in tutta la Regione ci pone in una posizione avvantaggiata rispetto ad altre realtà del settore, anche quelle che operano a livello nazionale. Grazie ai contratti sottoscritti ad oggi e alla buona visibilità sulla loro conversione in fatturato, siamo confidenti di poter crescere nel corso dell'anno a tassi sostenuti in continuità con i risultati realizzati nel corso del trimestre". L'incremento di fatturato è stato sostenuto principalmente dalle vendite di connessioni in banda ultra-larga, pari a € 6,4 milioni, aumentate del 46% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Come previsto, per precisa scelta strategica volta ad incentivare la clientela al passaggio a connessioni in fibra ottica, la miglior tecnologia oggi disponile, sono in calo le connessioni in Banda Larga (-21%). Entrando nel dettaglio, la crescita più consistente si è registrata sui servizi con canoni ricorrenti, core business dell'azienda, che rappresentano il 92% del fatturato, pari a € 9,6 milioni, con un aumento dell'11%. I ricavi da prodotti e servizi cosiddetti "una tantum" sono aumentati di quasi del 167% a € 1,5 milioni, principalmente per effetto dal Bando Scuole. Le crescite più significative si registrano nelle province di Milano (+100%), Cremona (+54%), Monza (+44%), Lecco (+29%) e Bergamo (+25). La provincia di Brescia, che rappresenta il 58% del fatturato totale, continua ad essere per Intred l'area più importante, tuttavia anche le province di Bergamo e Milano, stanno diventando aree sempre significative per la società. Il Bando Scuole sta spingendo con molta forza l'espansione delle vendite in provincie dove la Società aveva una presenza marginale. A livello di infrastruttura, nel primo trimestre 2022, la rete in fibra ottica di proprietà, soprattutto per rispettare gli impegni del Bando Scuole, è passata dai 7.300 Km del 31 dicembre 2021 a oltre 8.000 Km del 31 marzo 2022, con una crescita percentuale del 10%. In merito alla tipologia di clientela, la crescita maggiore deriva dalle vendite nella P.A., con un aumento del 383%, grazie agli effetti del Bando Scuole che da solo vale € 1,5 milioni e a cui sono state dedicate importanti risorse portando all'attivazione di oltre 1.600 scuole al 30 aprile 2022. Continua la crescita del numero degli utenti con linee dati che raggiungono al 31 marzo 2022 oltre i 45.500, con una crescita del 5,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il "churn rate" sul fatturato si mantiene su ottimi livelli ed è pari al 4,1%.

(RV - www.ftaonline.com)