Seðlabanki Íslands (Sedlabanki, la Banca centrale dell'Islanda) aumenta i tassi d'interesse di 100 punti base al 3,75% dopo averli alzati di 75 punti base in febbraio (e nel 2021 di 25 punti in maggio, agosto e ottobre e di 50 punti in novembre). L'ultimo taglio, di 25 punti base, era stato deciso nel novembre del 2020 (complessivamente nel 2020 il costo del denaro era stato abbassato di 200 punti base). "L'outlook economico è peggiorato rispetto a febbraio, a causa dell'impatto negativo dell'invasione russa dell'Ucraina. D'altra parte, vi sono segnali di una forte attività economica interna. Il rallentamento dell'economia sembra essere scomparso e il mercato del lavoro si sta restringendo. La crescita del Pil è prevista al 4,6% quest'anno, seguita da un tasso di poco inferiore al 3% nel 2023 e nel 2024", ha dichiarato Sedlabanki.

(RR - www.ftaonline.com)