Telecom Italia

Telecom Italia in netto ribasso venerdì (-1,62% a 0,3698 euro) con il titolo sceso sui minimi da fine luglio. Ha destato perplessità tra gli analisti la decisione di lanciare una campagna abbonamenti al servizio TimVision molto aggressiva: questo potrebbe segnalare difficoltà impreviste nella raccolta di nuovi clienti. L'analisi del grafico di Telecom Italia mette in evidenza il pericoloso avvicinamento agli 0,3656 euro, minimo del 28 luglio e supporto determinante per scongiurare il rischio di riattivazione del movimento ribassista partito a inizio giugno. In caso di rottura probabile test di 0,3520, minimi di gennaio-febbraio, ultimo supporto utile a evitare l'inversione di tendenza e il ritorno sul minimo storico a 0,2852 toccato lo scorso ottobre. Segnali di forza sopra 0,3897 (massimo di mercoledì scorso), prologo a un attacco al top del 12 agosto a 0,3999, riferimento oltre il quale il quadro grafico di breve termine volgerebbe al positivo (primo obiettivo a 0,4120-0,4130).

Unicredit

Unicredit guadagna terreno venerdì nonostante l'intonazione negativa del mercato e tocca a 11,03 euro i massimi da inizio giugno. Secondo le ultime indiscrezioni la trattativa con il Tesoro per l'acquisizione di Banca MPS procede nel rispetto degli obiettivi definiti dal protocollo di intesa, ovvero neutralità a livello di capitale e aumento dell'utile per azione. I rumor di stampa indicano che l'aumento di capitale di Rocca Salimbeni sarà pari a 3 miliardi di euro e che ci sarà una riduzione del personale per limitare i costi. Il titolo ha superato venerdì il massimo del 12 agosto a 10,79 contro il quale stava lottando da alcune sedute. Possibile adesso il test del picco dell'8 giugno a 11,04 euro. Resistenza successiva a 11,22, 61,8% di ritracciamento (Fibonacci) del ribasso dal top di febbraio 2020. Discese nuovamente al di sotto di 10,60 potrebbero invece anticipare la ricopertura del gap rialzista del 23 agosto con base a 10,18 euro.

Rai Way

Bel progresso per Rai Way (+5,30%, toccati i massimi da inizio 2021). MF riporta alcune fonti secondo cui l'ipotesi di fusione con Ei Towers sarebbe tornata d'attualità. Mediaset -1,21% sembra infatti interessata a cedere il suo 40% per reinvestire il ricavato nel progetto MFE (MediaForEurope). Rai Way ha attaccato venerdì la resistenza orizzontale a 5,35 circa, massimi più volte testati nel corso dell'anno, nel tentativo di estendere il movimento ascendente partito a marzo verso 5,75/5,78, top di dicembre e base del gap del settembre 2020. Indicazioni negative giungerebbero invece sotto 4,90 per supporti a quota 4,85.

(SF - www.ftaonline.com)