L'Angolo del Trader: INWIT, Sanlorenzo e Saras

Saras ha chiuso la settimana con un bel rialzo in vista dei risultati del secondo trimestre: saranno comunicati questo venerdì.

INWIT

INWIT in buona forma venerdì (+2,39% a 9,9480 euro, +0,9% oggi in avvio) dopo che il Consiglio dei Ministri di ieri ha deliberato l'esercizio dei poteri speciali (golden power), sotto forma di prescrizioni, riguardo l'acquisizione (approvata ad aprile) da parte della società lussemburghese Impulse I (Ardian), attraverso Daphne3, di una partecipazione del capitale sociale di INWIT. Secondo alcuni analisti la decisione del governo non dovrebbe mettere in discussione l'operazione. Graficamente il titolo sembra in grado di estendere il rimbalzo fino ad attaccare il recente massimo a 10,24 euro: in caso di successo probabile allungo in direzione di 10,59 e quindi del massimo storico dell'aprile 2020 a 11,43. Discese sotto area 9,50 preannuncerebbero invece un test dei 9,1580 toccati il 22 giugno, supporto determinante nel breve-medio termine.

Sanlorenzo

Sanlorenzo disegna una figura rialzista. Il gruppo attivo nel settore della cantieristica di lusso ha annunciato la settimana scorsa un accordo con New York Yacht Club American Magic, challenger nella 37ma edizione della Coppa America che si terrà a Barcellona nel 2024. I due gruppi progetteranno e realizzeranno la prima "chase boat" (una barca con funzioni di appoggio alla principale) ad idrogeno, secondo i rigidi requisiti del Protocollo della manifestazione. Il titolo oggi cede l'1,3% circa a 33,85 euro ma negli ultimi giorni ha completato una figura rialzista: i prezzi hanno infatti disegnato in area 30,50, a partire dal 14 giugno, un "doppio minimo" che poi è stato completato l'8 luglio con il superamento del top del 27 giugno a 32,90 euro. Fino a che i prezzi rimarranno al di sopra di area 32,90 le attese saranno in favore del proseguimento del rialzo verso 35,50, linea che unisce i massimi di febbraio e di maggio. Resistenza successiva a 38 euro circa. Sotto are 32,90 rischio invece di cali nuovamente sul supporto critico dei 30,50 euro.

Saras

Saras ha chiuso la settimana con un bel rialzo in vista dei risultati del secondo trimestre: saranno comunicati questo venerdì. La settimana scorsa Equita ha migliorato di oltre il 33% la stima sull'utile netto 2022, portandola da 207 a 277 milioni di euro, grazie all'andamento dei margini di raffinazione nelle ultime settimane. Il titolo è tornato a premere sulla linea che scende dai top di giugno, resistenza a 1,15 circa, nel tentativo di interrompere il ribasso delle ultime settimane e rivitalizzare la crescita in atto da marzo. La strada da percorrere è però lunga tanto che i primi segnali più concreti di risveglio verranno prodotti solo oltre 1,20 per il test a 1,30 circa. Oltre 1,31 nuove indicazioni di forza che potrebbero preludere al riavvicinamento ai citati top di giugno in area 1,50. Sul fronte supporti invece monitorare quello a 1,00 euro, critico nel medio periodo, la cui violazione aprirebbe al proseguimento del ribasso verso quota 0,80.

(SF - www.ftaonline.com)