Prosegue il rally dell'S&P 500 che avanza fino a un nuovo record a 4572 punti per poi terminare la seduta a 4566,48 punti (+0,47%). L'indice americano non smette di aggiornare i massimi e punta verso un primo obiettivo facilmente raggiungibile a 4610 punti, oltre il quale sarebbe lecito ipotizzare un obiettivo più lontano a 4700 punti, con un orizzonte temporale più ampio. La giornata di lunedì ha confermato la volontà dei prezzi di riattivare il rally di fondo, allontanando i corsi dai precedenti record di settembre a 4545 punti: viene pertanto scongiurata la possibilità che da questi livelli prenda forma un doppio massimo, facendo temere repentini dietro front. Solo discese sotto la ex resistenza a 4490 potrebbero costringere l'indice ad una ritirata verso 4460 punti circa, per un test della media mobile esponenziale a 20 giorni. Sotto questo riferimento rischio di affondo fino a 4000/4010 punti, per un test dall'alto della trend line che scende da settembre e superata la scorsa settimana. Solo sotto 4386 punti, minimo del 14 ottobre, la struttura spiccatamente rialzista mostrerebbe segnali di cedimento ma solo nel caso di violazione dei minimi di inizio mese a 4280 verrebbe messa in discussione l'ipotesi rialzista.

(CC )