Prosegue l'impasse dell'S&P 500, che sale a 4701,46 punti (+0,23%). Il quadro grafico dell'indice americano resta però invariato rispetto alle ultime sedute, con i prezzi che hanno recuperato area 4700, senza riuscire tuttavia a riattivare l'uptrend. La pausa a ridosso della media esponenziale a 20 sedute, ora a 4654 circa, potrebbe comunque essere propedeutica alla realizzazione di nuovi rialzi verso obiettivi in area 4770/4800. L'eventuale ritorno sotto area 4630, minimo del 10 novembre, farebbe invece propendere per l'avvio di una correzione più ampia verso i supporti a 4550 circa, ex resistenza rappresentata dal picco di settembre e quota pari al 38,2% di ritracciamento del rialzo in atto dai minimi di ottobre e riferimento determinante nel breve termine. Tale eventualità infliggerebbe un duro colpo alle aspettative di crescita dei prezzi che potrebbero accelerare ulteriormente al ribasso verso 4488 punti, per la ricopertura del gap del 19 ottobre.

(CC )