Saldo positivo per l'S&P 500 che riconquista i 4700 punti terminando la seduta a 4700,90 (+0,39%). L'indice americano si trova ora ad un bivio: oltre i recenti record a 4718 punti potrebbe testare per la seconda volta in poche settimane il lato superiore del canale che sale dai bottom di marzo 2020, a 4750 circa. Se invece quota 4718 dovesse fermare i compratori, il rischio è di assistere ad una evoluzione negativa, che troverebbe conferma sotto il minimo del 10 novembre a 4630 punti, per target negativi a 4550 circa, riferimento determinante dove convergono vari elementi tecnici quali la ex resistenza rappresentata dal picco di settembre, il 38,2% di ritracciamento del rialzo in atto dai minimi di ottobre e la media esponenziale a 50 sedute. La struttura spiccatamente rialzista di fondo inizierebbe a vacillare sotto quest'area, preludendo alla ricopertura dei vari gap lasciati aperti nel mese di ottobre a 4520, a 4488, a 4440, a 4337 punti.

(CC )