Il Consiglio di Amministrazione di Landi Renzo, riunitosi sotto la presidenza di Stefano Landi, ha approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2021. Nonostante le prospettive economiche globali continuino ad essere caratterizzate da incertezza per il perdurare della pandemia e della scarsità di materie prime e componenti elettronici sui mercati internazionali, il positivo andamento delle campagne vaccinali e gli incentivi fiscali messi in atto da diversi Paesi a supporto dell'industria automobilistica fanno ben sperare per una ripresa dei volumi nel corso nel secondo semestre 2021 e un consolidamento degli stessi già nel 2022.

  • Landi Renzo rafforza la sua presenza nel settore Clean Tech Solutions con il consolidamento integrale della partecipata SAFE&CEC, rafforzando così il suo ruolo di player a 360° nella catena del valore CNG, biometano e idrogeno

  • L'acquisizione di Metatron da parte del Gruppo rappresenta un passaggio fondamentale nel percorso di posizionamento come leader nella fornitura di sistemi e componenti per la gas e hydrogen mobility nel segmento Mid&Heavy Duty

? Fatturato consolidato pari a Euro 96 milioni, in crescita (+60,3%) rispetto ad Euro 59,9 milioni al 30 giugno 2020
? EBITDA adjusted pari a Euro 4,5 milioni, corrispondente al 4,7% dei ricavi, rispetto ad Euro 1,9 milioni al 30 giugno 2020
? EBITDA di Euro 3,6 milioni, in aumento di Euro 2,6 milioni e pari al 3,7% dei ricavi (Euro 1 milione al 30 giugno 2020)
? Risultato netto positivo e pari a Euro 2,1 milioni, rispetto alla perdita di Euro 6,7 milioni al 30 giugno 2020
? Posizione Finanziaria Netta negativa e pari a Euro 99,6 milioni (pari ad Euro 88,2 milioni al netto degli effetti derivanti dall'applicazione del principio contabile IFRS 16 e del fair value degli strumenti finanziari derivati), in incremento rispetto al 31 dicembre 2020 (Euro 72,9 milioni) anche a seguito del consolidamento di SAFE&CEC che apporta una Posizione Finanziaria Netta negativa al 30 giugno 2021 pari ad Euro 15,3 milioni (pari ad Euro 8 milioni al netto dell'IFRS 16), in miglioramento rispetto ad Euro 16,8 milioni al 31 dicembre 2020 (pari ad Euro 9,8 milioni al netto dell'IFRS 16)

"In questa prima metà dell'anno abbiamo completato alcune operazioni straordinarie che rafforzano il Gruppo Landi Renzo in due segmenti in forte crescita, in particolare quello legato alle infrastrutture per la compressione del CNG, del Biometano e dell'idrogeno con il consolidamento di SAFE&CEC, e l'acquisizione di Metatron che ci rende market leader nei componenti per il segmento Mid&Heavy Duty. Il settore Automotive continua a soffrire ma siamo fiduciosi di una ripresa già a partire dal secondo semestre", ha commentato Stefano Landi, Presidente di Landi Renzo S.p.A..

Cristiano Musi, Amministratore Delegato di Landi Renzo S.p.A. ha dichiarato: "E' stato un semestre molto sfidante per il nostro Gruppo, che ci ha visti impegnati nella ripartenza del nostro business tradizionale nel segmento Passenger Car OEM e After Market e in alcune operazioni straordinarie molto rilevanti. Il settore Automotive, pur in leggero miglioramento, è stato impattato dalla crescita dei prezzi delle materie prime e dalle note criticità che hanno caratterizzato il segmento Passenger Car in questo primo semestre. Inoltre, alcuni mercati, in particolare quello Latam ed europeo, non sono ancora tornati ai livelli pre-pandemia, ma siamo riusciti a gestire la scarsità di componenti, e vediamo già segnali di miglioramento nel terzo trimestre. Dall'altro lato – prosegue Musi – la nostra ex partecipata e oggi controllata SAFE&CEC ha continuato a crescere in modo molto significativo, con un miglioramento rilevante di tutti gli indicatori economici e una positiva generazione di cassa, ha iniziato a lavorare su alcuni progetti di compressione dell'idrogeno e ha già un portafoglio ordini significativo anche per il 2022. Inoltre stiamo lavorando all'integrazione tra Landi Renzo e Metatron, che ci consente di posizionarci da subito come leader nella componentistica e nei sistemi on-engine per la gas e hydrogen mobility nel segmento Mid&Heavy Duty, il cui mercato è previsto più che triplicarsi entro il 2025".

(RV - www.ftaonline.com)