Lavoro: gli italiani sono insoddisfatti

Ricerca internazionale: il 78% vorrebbe cambiarlo

(ANSA) - ROMA, 27 GIU - Italiani insoddisfatti del proprio lavoro: piu' di tre su quattro vorrebbero infatti cercare di cambiarlo entro i prossimi 12 mesi. Da uno studio di Galaxy Research di Sidney per Kelly Services su 100.000 lavoratori, di cui 4.000 italiani, risulta anche che l'Italia e' in fondo alla lista dei Paesi per percentuale di persone orgogliose della propria attivita' (49% contro la media dell'82% nei 34 Paesi considerati). Per oltre la meta' degli italiani l'esercizio della professione concorre al miglioramento dell'autostima, contro il 77% della media complessiva, mentre il 78% dichiara di essere intenzionato a cercare un nuovo lavoro entro il prossimo anno a fronte del 59% della media degli intervistati complessivi. Gli italiani quindi, secondo lo studio, sono in testa a coloro che sono intenzionati a cambiare (il 78% a fronte del 40% degli Stati Uniti e del 61% del francesi). In Italia e' bassa anche la percentuale di chi, se potessero ricominciare, risceglierebbe lo stesso campo di attivita' (28%, ma in questo caso in media con gli altri Paesi, 26,6%).(ANSA).