Lavoro: primo trimestre -204mila posti (-0,9%)

Istat: primo calo da 14 anni, male giovani e Mezzogiorno

(ANSA) - ROMA, 19 GIU - Gli occupati in Italia sono diminuiti nel primo trimestre di 204mila unita' (-0,9%) rispetto allo stesso periodo del 2008. Lo rileva l'Istat. Il calo dell'occupazione, sottolinea l'Istat, e' il primo da 14 anni. E' il Mezzogiorno a perdere la maggior parte dei posti (-114mila). Il tasso di disoccupazione e' salito al 7,9% (+0,9 punti sul primo trimestre 2008). Crolla l'occupazione soprattutto fra i giovani con meno di 34 anni: 408 mila unita' rispetto allo stesso trimestre del 2008. Il calo complessivo e' dovuto soprattutto alla riduzione degli occupati a tempo determinato (-154 mila unita'), dei collaboratori (107 mila unita') e dell'occupazione autonoma (-163 mila posti). Il totale dei lavoratori in Italia e' quindi sceso a 22 milioni 266 mila persone. Il Mezzogiorno ha perso 114 mila posti, mentre il Nord e il centro hanno perso rispettivamente 46 mila e 44 mila occupati. Nel Sud e' sempre piu' forte l'effetto scoraggiamento. Se infatti la disoccupazione e' cresciuta in questa area solo in maniera marginale (piu' duemila persone a fronte delle 136 mila nel Nord e delle 83 mila nel centro), sono invece diminuite in maniera consistente le forze di lavoro (-112 mila unita'). Sono quindi molte migliaia le persone che, convinte di non poter trovare un lavoro, sono direttamente uscite dal mercato.(ANSA).