Lo S&P500 disegna una candela rialzista. Lo S&P500 ha disegnato venerdì una candela giornaliera "hammer", un elemento che compare in presenza di forti supporti. Effettivamente i minimi di seduta a 3810 punti si collocano esattamente sul 38,2% di ritracciamento del rialzo dai minimi di marzo, un importante riferimento ricavato dalla successione di Fibonacci. La reazione vista da quel supporto, che ha portato i prezzi a terminare la seduta a 3901 punti (il 19,05% distante dai massimi del 4 gennaio, quindi al di sopra della famigerata soglia del 20%, dopo la quale l'indice entra in "bear market"), non è tuttavia ancora sufficiente a ripristinare una intonazione positiva per l'indice, nemmeno di breve termine. Solo oltre area 3950 i prezzi rientrerebbero all'interno del canale ribassista disegnato dal top di inizio anno e potrebbero puntare al test della resistenza a 4091, top del 17 maggio. Sotto 3875 attese discese nuovamente verso 3810. Supporto successivo a 3694, minimo di fine gennaio 2021.

(AM)