Settore lusso in flessione dopo la trimestrale di Kering (-5,0% a Parigi). I risultati sono stati superiori alle attese: ricavi a 4,96 miliardi di euro (+21% a/a) contro i 4,74 del consensus, ma con il marchio Gucci (il principale del gruppo con 2,59 miliardi di ricavi) a solo +13%, penalizzato dai lockdown in Cina. Kering non ha fornito previsioni per il 2022. In rosso anche LVMH -1,5%, Hermes -1,9%, Richemont -2,3%. A Milano Ferrari -2,6%, Moncler -2,2%, Brunello Cucinelli -3,1%, Salvatore Ferragamo -2,0%, Tod's -1,6%.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)