Marchionne: non parliamo di francesi

Gia' molto da fare, Governo ha fatto quello che doveva

(ANSA) - TORINO, 5 GIU -''Non parliamo di francesi,tra americani e tedeschi abbiamo gia' abbastanza da fare''.Cosi' l'amministratore delegato della Fiat Marchionne.''Abbiamo contatti con tutti - ha detto - Psa sono anche nostri soci con cui abbiamo attivita' in comune ma non abbiamo nulla in corso''. ''Il governo italiano, con tutto quello che si e' detto, ha fatto quello che doveva fare. E' stato lontano'', aggiunge. Con la Saab possibilita' di accordo minime, mentre esprime molta soddisfazione per la nuova Chrysler. Marchionne, su Opel, ha poi precisato che la Fiat ha chiesto ''al governo tedesco di dare sei miliardi di finanziamento o perlomeno di appoggio e di garanzie alla nuova entita'''. ''Credo - ha detto - che sia un sistema di garanzia che deve essere creato dal governo tedesco insieme ad altri governi europei. Quindi lo spazio per il governo italiano di giocare quella partita la' c'e'. Se l'operazione non va in porto - ha ribadito - non c'e' nessuna necessita' di farlo. Credo che il governo si sia comportato bene, io non avrei fatto nient'altro''. L'Ad della Fiat ha infine affermato che 'la linea di credito delle banche per ora non serve'.(ANSA).