Marzocchi Pompe S.p.A. (EGM:MARP), azienda leader nella progettazione, produzione e commercializzazione di pompe e motori ad ingranaggi ad elevate prestazioni, comunica i dati preliminari per l'esercizio 2021. I ricavi netti consolidati si attestano a Euro 40,5 Milioni, in aumento del 18,7% rispetto al dato 2020, pari ad Euro 34,1 milioni, e del 3,5% rispetto al dato pre-Covid del 2019, pari a Euro 39,2 milioni. I risultati del secondo semestre 2021 hanno visto ricavi in ulteriore crescita (+3,4% rispetto al primo semestre), confermando la ripresa già evidente nel primo semestre e il superamento dei livelli pre-Covid. La ripresa delle Vendite è stata trainata dal comparto Core business (Euro 32 milioni, +33,5%, pari al 79% delle vendite totali), dove nel secondo semestre si è registrato rispettivamente un +4,8% rispetto al primo semestre 2021 ed un +15,2% rispetto al secondo semestre 2019 (pre-Covid). Di contro, vi è stato un rallentamento dei ricavi Automotive (Euro 8,6 milioni, -16%), essenzialmente riconducibile alla chip shortage verificatasi a livello mondiale, con un calo dell'1,8% rispetto al primo semestre 2021 e del 4,6% rispetto al secondo semestre 2019 (pre-Covid). La quota export si è attestata al 72,8%, in leggero calo rispetto al 75,1% del 2019 (pre-Covid), soprattutto grazie alla significativa ripresa del mercato interno, cresciuto del 13% rispetto al 2019. La costante crescita di Marzocchi Pompe nel corso del 2021 non ha impattato negativamente sulla Posizione Finanziaria Netta, che si è ulteriormente ridotta ad Euro 8,1 milioni, in calo del 4% rispetto al primo semestre (Euro 8,5 milioni) e del 12,3% rispetto al 2020 (Euro 9,3 milioni), a dimostrazione della comprovata solidità patrimoniale e finanziaria del Gruppo, nonché della sua grande capacità di generare flussi di cassa anche in contesti di significativa crescita del business (con assorbimento di risorse finanziarie per circolante e investimenti). Gabriele Bonfiglioli, Amministratore Delegato di Marzocchi Pompe, ha commentato: "Registriamo con grande soddisfazione gli eccellenti risultati commerciali e finanziari conseguiti nel 2021, anno che segna per Marzocchi Pompe il definitivo superamento dei livelli pre-Covid. Ciò è avvenuto grazie al significativo incremento dei ricavi del nostro Core business, da sempre il fulcro della nostra strategia di sviluppo, a conferma della bontà delle linee guida del nostro Piano Industriale. Tale risultato è stato peraltro raggiunto nonostante il difficile contesto del settore Automotive, ai minimi dal 2018, come conseguenza della chip shortage a livello mondiale che l'anno scorso ha colpito l'intera filiera, a dimostrazione di come anche questo comparto, per il nostro Gruppo, mantenga significative potenzialità di crescita per gli anni a venire. Va sottolineato, ancora una volta, l'ulteriore miglioramento della Posizione Finanziaria Netta, a conferma della capacità del Gruppo di generare cassa; ciò è avvenuto anche in una fase di crescita del capitale circolante conseguente all'aumento dei ricavi, che ha richiesto un incremento delle scorte, fondamentali al fine di evitare rischi di interruzione della filiera produttiva in un contesto globale di difficoltà logistiche e di approvvigionamento dei materiali. Ciò che ha reso possibile tutto questo sono i nostri fattori distintivi: approccio "make", prodotti innovativi e ad elevato livello tecnologico, grande flessibilità ed attenzione alla soddisfazione del cliente, tutti punti di forza sui quali continueremo ad investire anche in futuro." I dati annuali completi e definitivi relativi all'esercizio 2021 saranno esaminati e approvati dal Consiglio di Amministrazione nel corso della riunione del 30 marzo 2022; sugli stessi sono in corso le attività di verifica da parte della Società di Revisione.

(RV - www.ftaonline.com)