Moderato rialzo ieri per il Dax, +0,25% il saldo di seduta, chiusura a 15918 punti. I massimi di giornata, a 15963, sono tuttavia al di sotto del picco della seduta precedente a 15741: la chiusura della borsa Usa per la festività del Ringraziamento ha tolto carburante al mercato che non si è sentito pronto per superare la resistenza. In Germania l'aumento dei contagi di Covid e la crescita dell'inflazione mettono sotto pressione la fiducia dei consumatori: l'indice a cura dell'istituto Gfk è sceso per dicembre a -1,6 punti dal valore di 1,0 (rivisto) del mese scorso e a fronte di attese di -1. La lettura per dicembre è la più bassa da giugno. La reazione vista dal minimo del 24 novembre ha preso lo spunto dal test del 38,2% di ritracciamento del rialzo dal minimo di ottobre. In prossimità dei minimi della seduta di mercoledì si collocano anche la media mobile esponenziale a 50 giorni (a 15800) e la base del gap rialzista del 1° novembre (a 15690). Oltre 15975 l'indice potrebbe tentare la ricopertura del gap del 23 novembre con lato alto a 16090. Solo oltre quei livelli possibile il ritorno sui massimi di metà mese a 16290. Sotto la media mobile esponenziale a 50 giorni a 15800 primo supporto a 15690, base del gap del 1° novembre, poi a 15550, 50% di ritracciamento del rialzo dal minimo di inizio ottobre.

(AM)