Banca MPS (+1,2% a 0,7840 euro) sta trattando con Bruxelles sugli esuberi. Secondo MF l'a.d. Luigi Lovaglio, in vista della presentazione del piano industriale il prossimo 23 giugno, ipotizza 5 mila uscite su un totale di 21 mila dipendenti. Si tratta di un numero superiore ai 4 mila del precedente piano varato dall'ex numero uno Bastianini, ma inferiore ai 6 mila chiesti da Unicredit durante le trattative non andate in porto lo scorso autunno. L'analisi del grafico di Banca MPS evidenzia il recupero dal minimo storico a 0,6845 euro del 19 maggio. Per alimentare il movimento i corsi dovrebbero superare quota 0,79 per poi puntare verso 0,85 e 0,90. sotto 0,7635 probabile una correzione verso 0,7315 almeno, con il rischio concreto di ritorno sul minimo storico.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)