Banca MPS +1,4% guadagna terreno in scia alle parole del direttore generale del Tesoro, Alessandro Rivera, nel corso di un'audizione presso le Commissioni riunite Finanze di Camera e Senato. Rivera ha dichiarato che il negoziato con Unicredit per la privatizzazione di MPS (il MEF ha il 64% circa) non è stato condotto da una posizione di debolezza: l'impegno era cedere la quota a condizioni di mercato entro fine anno, ma se le condizioni non ci sono non c'è obbligo di concludere. Rivera ha aggiunto che non si attende una procedura di infrazione e che il governo italiano è nella piena condizione di poter discutere con la Commissione Europea. Per concludere, il MEF sosterrà il rafforzamento patrimoniale necessario in un'operazione di mercato. Difficile però a questo punto trovare un soggetto rilevante capace di accontentare le condizioni di vendita del Tesoro. Secondo il presidente di Fondazione MPS, Carlo Rossi, serve l'intervento di una banca estera.

(SF - www.ftaonline.com)