Neodecortech, tra i principali operatori europei nella produzione di carte decorative per pannelli nobilitati e del flooring utilizzati nel settore dell'interior design, quotata sul Segmento STAR del Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., comunica che il Consiglio di Amministrazione riunitosi in data 7 settembre 2021 ha approvato la Relazione Finanziaria Consolidata al 30 giugno 2021, che sarà pubblicata entro i termini previsti dalla normativa di riferimento , unitamente agli esiti dell'attività di revisione in corso di svolgimento.

L'AD Luigi Cologni, commentando i dati, afferma che "I risultati economici e finanziari del Gruppo nel primo semestre 2021, approvati oggi dal Consiglio di Amministrazione, evidenziano comegli stessi no n sianopiù impattati dalla pandemiaancora in corso,al contrario di quanto avveniva con i dati rilevati a giugno 2020.Ècontinuato il trend di crescita del fatturato già osservato sia nel secondo semestre 2020 che nel primo trimestre 2021.

Alla formazione dei risultati, mai raggiunti dal Gruppo Neodecortech prima d'ora,oltre al buon andamento del mercato, ha contribuito anche ilgraduale e crescente apporto delle vendite delle nuove linee di prodotto di Neodecortech S.p.A.Tutto questo è avvenuto nonostante l'importante incremento dei prezzi delle materie prime (cellulosa, biossido di titanio, resine, pvc) e, in talune circostanze, del loro shortage.

In particolare, l'andamento dei ricavi, del margine operativo lordo (EBITDA) e dell'utile netto del primo semestre 2021 non solo sono in forte crescita rispetto allo stesso periodo dell'esercizio 2020, impattato in maniera significativa dalla pandemia Covid-19, ma anche rispetto al primo semestre 2019, un periodo invece di normale attività; tali risultati dimostrano non solo che il Gruppo ha superato la situazione di crisi conseguente alla pandemia, ma anche che ha performato in maniera significativamente più alta rispetto al primo semestre 2019, assunto come semestre di un esercizio ordinario. I livelli di crescita registrati, pur confermati dall'andamento degli ordini e dei dati dei primi due mesi del terzo trimestre dell'esercizio in corso,hanno coltoe stanno continuando a cogliere l'ottimo mooddell'industria cui apparteniamo, ma vanno tuttavia interpretati anche come probabile anticipazione della crescita già prevista nel Piano industriale 2021-2023.

La sfida per i prossimi 18-24 mesi sarà quindi quelladi consolidaree difenderei livelli di fatturato e di profittabilità raggiunti,attraverso la completa realizzazione dell'ambizioso piano di investimenti previsto nel business plancon un occhio di particolare attenzione all'evoluzione della PFN".

PRINCIPALI DATI ECONOMICI, PATRIMONIALI E FINANZIARI SU BASE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2021

I *ricavi netti consolidati *al 30 giugno 2021sono cresciuti del 51,2% rispetto al primo semestre 2020 (da 54,5 milioni di Euro a 82,4 milioni di Euro), impattato in maniera significativa dalle chiusure deglistabilimenti produttivi a causa dalla pandemia Covid-19, ma anche rispetto al primo semestre 2019, un periodo invece di normale attività, del 24,2% (66,4 milioni di Euro). Più nel dettaglio, le vendite della divisione carta decorativa stampata sono in crescitadel 75%, le vendite della divisione carta decorativa cresconodel 67,5%, mentre quelle della divisione energia sonoinvecein leggera flessionedell'1,1% rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente.
Anche a livello geografico, le performance delle diverse aree hanno evidenziato una continua crescita. Sono state quindi rilevate le seguenti variazioni, escludendo la divisione Energy: in Italia le vendite sono aumentate dell'82,4%, in Europa del 52,2%, in Asia e Medio Oriente di oltre il 200% e in America dell'84.8% rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente. La voce altri ricavi è composta principalmente, per circa 200 migliaia di Euro, da plusvalenze per cessione di immobilizzazioni materiali da parte della controllante.

Al 30 giugno 2020 la voce includeva poste non ricorrenti: 1.204 migliaia di Euro derivanti dal rilascio del 40% del piano di Stock Grant connesso al mancato raggiungimento dell'obiettivo di quotazione sul Mercato Telematico Azionario entro marzo 2020, 350 migliaia di Europer un rimborso assicurativo riconosciuto alla controllata Cartiere di Guarcino e da 2.840 migliaia di Euro per un indennizzo assicurativo ricevuto dalla controllata Bio Energia Guarcino.

Nel primo semestre 2021 il costo del venduto e gli altri costi operativi netti ammontano a 61,8 milioni di Euro, con un'incidenza del 75% sui ricavi, percentualmente in diminuzione rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, pari a 44,5 milioni di Euro (81,5% dei ricavi).
I costi per il personale ammontano a 11,2 milioni di Euro, con un'incidenza del 13,6% sui ricavi, in riduzionerispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (16,7% dei ricavi), nonostante l'incremento in valore assoluto di 2,1 milioni di Euro dovuto alla politica di assunzione conseguente all'andamento generale già specificato e alla piena entrata in produzione dei nuovi prodotti della controllante, iniziata nella seconda parte del 2020, ma a regime nel primo semestre 2021.
I dipendenti in forza al 30 giugno 2021 sono n. 408 rispetto ai n. 385 del 31 dicembre 2020.

Il margine operativo lordo (EBITDA) ammonta a 9,8 milioni di Euro (con un'incidenza del 11,9%) in crescita del 74,4% rispetto al 30 giugno 2020 (5,6 milioni di Euro e incidenza del 10,3% sui ricavi), ma anche del 39,1% rispetto ai 7,1 milioni di Euro del primo semestre 2019 (10,6% dei ricavi).

Il margine operativo netto (EBIT) è pari a 5,3milioni di Euro (6,5% dei ricavi) e si confronta con 1,2 milioni di Euro (2,3% dei ricavi) del primo semestre 2020 e con 2.9 milioni di Euro al 30 giugno 2019 (4.4% dei ricavi).

Gli oneri finanziari netti ammontano nel semestre a 0,7 milioni di Euro rispetto a 0,8 milioni di Euro nel primo semestre 2020, a dimostrazione della continua strategia di ottimizzazione e riduzione delcosto del debito.

Il *risultato prima delle imposte *evidenzia un utile di 4,7 milioni di Euro (3.8% dei ricavi) e si confronta con 0,5 milioni di Euro (0.9% dei ricavi) del primo semestre 2020 e con 1,9 milioni di Euro al 30 giugno 2019 (2.9% dei ricavi).

Il semestre chiude con un *utile netto *di 3,1 milioni di Euro (pari allo 3,8% dei ricavi), in forte crescita rispetto a 0,2 milioni di Euro del primo semestre 2020 (pari al 0,4% dei ricavi), e anche in crescita rispetto ai 1,1 milioni di Euro del primo semestre 2019 (1,7% sui ricavi).

La *posizione finanziaria netta *al 30 giugno 2021si attesta a 41 milioni di Euro, in riduzione di 7,2 milioni di Euro rispetto al 30 giugno 2020 (quando era pari a 48,2 milioni di Euro), e in linea alla posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2020 pari a 39,9 milioni di Euro, dopo aver effettuato Investimenti per 4,7 milioni di Euro e pagato dividendi per Euro 1,2 milioni.

Si segnala infine che il Gruppo non ha più in essere contratti di finanziamento contenenti covenants legati al rispetto di determinati indici finanziari, avendo estinto l'ultimo mutuo che ne prevedeva, nel corso di questo semestre.
Nonostante il persistere della pandemia, con riferimento al periodo dal 1° gennaio 2021 -30 giugno 2021, l'andamento dei ricavi, dei margini e della Posizione Finanziaria Netta, per la parte relativa al suo primo semestre, risulta in linea rispetto alle stime contenute nel Piano Industriale 2021-2023 ("il Piano Industriale 2021-2023") approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 10 febbraio 2021.

Pertanto anche sulla base dell'andamento degli ordini e dei dati dei primi due mesi del terzo trimestre dell'esercizio in corso, il Gruppo ritiene di poter mantenere *una view positiva sulla chiusura dell'esercizio *in linea con quanto ottenuto nel corso del primo semestre.

Misure di contenimento degli impatti derivanti dal Covid-19Alla luce di quanto sopra, è evidente che i dati economici e finanziari consolidati del Gruppo al 30 giugno 2021 non sono stati influenzati dagli impatti della pandemia Covid-19. È infatti continuato il trend di crescita del fatturato e del portafoglio ordini già evidenziato nel secondo semestre 2020 e nel primo trimestre 2021. Il Gruppo ha continuato a rispettare le norme nazionali di contenimento della pandemia e ad adottare i protocolli di sicurezza sulla salute dei lavoratori e dei terzi, gestendo anche i pochi casi di positività al COVID non gravi tra i dipendenti stessi. È continuato, per parte del semestre, il ricorso dello strumento dello smart working, per il personale non di produzione.

A partire dal mese di aprile 2021 è cessata la moratoria concordata l'anno scorso con Selma Bipiemme Leasing S.p.A. relativamente al contratto di leasing in essere con la società Bio Energia Guarcino S.r.l. ed è ripreso il normale pagamento dei canoni di leasing.

EVENTI SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DEL SEMESTRE

**L'impatto relativo alla mancata reperibilità di resine durante il mese di luglio 2021per la controllante NeodecortechS.p.A., ha comportato il funzionamento a regime ridotto degli impianti per la produzione di carta impregnata e la necessità di fare ricorso a ferie anticipate per il personale relativo. La perdita difatturatostimata nel terzo trimestre sarà nell'ordine di poche centinaia di migliaia di Euro. Tale mancato fatturato si stima comunque che non impatterà significativamente sul forte trenddi crescita in corso rispetto alle stime effettuate in sede di Budget 2021.

*EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE
*Il secondo semestre è iniziato con i mesi di luglio e agosto che hanno evidenziato la continuità del trend crescente degli scorsi mesi. Al momento, l'intera filiera produttiva nella quale Neodecortech e Cartiere di Guarcino operano,funziona a pieno regime con un portafoglio ordini significativamente superiore alla norma. Tale mood è omogeneo per tutte le aree di vendita (90% Europa) in cui le Società operano prevalentemente. Quanto sopra,nonostante il manifestarsi di un terzo rounddi incremento dei prezzi dimaterie prime nel luglio 2021-il cui trasferimento sui clienti si completerà nel mese di settembre 2021-e la parziale indisponibilità di alcune materie prime come le resine per Neodecortech. Il Gruppo continua a perseguire la politica di contenimento dei costi finanziari, di ottimizzazione delle linee di indebitamento abreve e medio lungo termine e di riduzione della propria posizione finanziaria netta.

(GD - www.ftaonline.com)